Quando l'account twitter ufficiale per la Gran Bretagna di "50 sfumature di grigio" ha annunciato un "Q&A", letteralmente "question and answer" ovvero "domanda e risposta", tra i fan della saga letteraria e la sua scrittrice E.L James, non potevano immaginare che non sarebbe andata esattamente bene. La scrittrice si è ritrovata investita da una vera e propria tempesta di tweet a cui non ha avuto il coraggio di rispondere. Retwittate e soddisfatte solo le domande più in linea al progetto, mentre agli sfottò E.L. James ha preferito non rispondere.

Lo humour inglese non è pari alla nostrana conviviale eloquenza di uno come Gianni Morandi, per citare l'esempio massimo, in grado di rispondere con il sorriso a tutti, anche ai troll più infingardi. Nel pomeriggio tutto dedicato ai sostenitori della saga e della storia di Christian Grey e Anastasia Steele, è allora un proliferare di domande assurde del tipo: "Quale sfumature preferisci tra le 5o?" oppure "Verranno aggiunte altre sfumature?". Interessante quella che stuzzica così: "Di preciso, odi di più le donne o la lingua inglese?".