A quasi tre anni dalla morte dell'attore Paul Walker, deceduto in un incidente stradale in California il 30 novembre 2013, la figlia Meadow Walker riceverà un cospicuo risarcimento pari a 10,1 milioni di dollari, secondo quanto riferito dal sito americano People.com. La cifra arriva dal patrimonio di Roger Rodas, l'amico del divo di "Fast & Furious" che quel terribile giorno era al volante della Porsche Carrera GT schiantatasi contro un albero e che è perito lui stesso nello scontro.

"Cifra inferiore a quanto avrebbe guadagnato Walker"

"L'importo, che dal patrimonio di Roger Rodas sarà versato in un fondo a nome di Meadow Walker, copre solo una frazione di quello che il padre avrebbe guadagnato come star del cinema internazionale, se la sua vita non fosse stata tragicamente spezzata," ha ribattuto alla decisione del tribunale l'avvocato Jeff Milam, legale della giovane erede. Oggi appena 17enne, Meadow è ben conosciuta ai fan di Walker, anche per le dolcissime foto ricordo in compagnia del padre che appaiono spesso sulla sua pagina Instagram. Recentemente, Meadow ha annunciato la nascita della Fondazione Paul Walker per la tutela degli oceani, in memoria della grande passione che l'attore nutriva nei confronti dell'ecosistema marino.

"La Porsche non è responsabile per la morte di Walker"

Ha proseguito l'avvocato Milam:"Con questo risarcimento è stato accertata la parziale responsabilità del signor Rodas, alla guida della vettura, nell'incidente. Meadow è anche in causa contro Porsche AG – una società da 13 miliardi di dollari – in quanto la riteniamo responsabile di aver prodotto un veicolo difettoso che ha causato la morte di Paul Walker". La battaglia di Meadow Walker contro il colosso automobilistico si presenta però tutta in salita. Proprio in questi giorni, infatti, una corte della California, nella causa legale portata avanti dalla vedova Rodas contro l'azienda, ha stabilito che la Porsche non può essere ritenuta responsabile delle due morti. Restano comunque in corso gli altri due procedimenti civili contro la casa tedesca: quello, appunto, portato avanti da Meadow, e un altro promosso dal padre di Walker. Secondo entrambi, il modello Carrera GT su cui viaggiavano l'attore e l'amico sarebbe stato privo di sistemi di sicurezza adeguati.