Negli anni ’90, ha raggiunto la popolarità mondiale grazie alla serie “Melrose Place”, di Aaron Spelling, nel ruolo dell’aspirante scrittore Billy Campbell. All’epoca, Andrew Shue aveva appena 25 anni e le ragazze di tutto il mondo erano magnetizzate dalla sua bellezza. Il 20 febbraio, Shue compie 50 anni e, nella sua carriera, ha fatto tantissime cose, oltre che nello spettacolo, anche in ambito sportivo, dove è stato un ottimo calciatore.

La passione per il calcio e il successo di “Melrose Place”.

Shue è nato a Wilmington, nel Delaware, da padre avvocato e madre bancaria. Fratello dell’attrice Elizabeth Shue, frequenta la Columbia High School, in New Jersey e poi il Darthmouth College, dove si distingue come calciatore. In seguito, si trasferisce a Glasgow, in Scozia, dove gioca nella squadra Queens Park FC e poi, durante un viaggio in Africa col suo amico Michael Sanchez, in Zimbawe si mette ad insegnare matematica mentre gioca nella squadra dei Bulawayo Highlanders. Il debutto al cinema arriva nel 1984, con una piccola parte in “Karate Kid – Per vincere domani”, poi appare in “Crazy for you”, del 1985 e in “Cocktail”(1988), con Tom Cruise. Nel 1992, Aaron Spelling gli offre il ruolo di Billy Campbell in “Melrose Place”, spin-off del cult “Beverly Hills 90210” e le avventure di quel condominio ricco di misteri e storie d’amore, lo fanno diventare una vera e propria star in tutto il mondo. Shue sarà Billy per 6 anni, fino al 1998.

“L’uomo della pioggia” e le attività imprenditoriali.

Nel 1993, con il suo amico Michael Sanchez, fonda l’organizzazione non-profit “Do Something”, per aiutare i giovani a cambiare la società in maniera positiva, attraverso campagne online e offline. Nel 1996, gioca nei Los Angeles Galaxy, ma si ritira dopo due stagioni e, nel 1997, accetta il ruolo di Cliff Ricker ne “L’uomo della pioggia”, di Francis Ford Coppola, dove recita accanto a Matt Damon e Danny DeVito. Sempre col suo amico Sanchez, crea anche altre iniziative imprenditoriali, come l’International Sports Publishing e la CMI Marketing, proprietaria dei siti web Clubmom e Cafemom, dove le mamme possono scambiarsi consigli ed opinioni e dove ci sono tutta una serie di news ed editoriali dedicati al loro mondo.

“Il mio sogno più grande” e “Goal! 3”.

Con la sorella Elizabeth e suo fratello John, Shue ha creato la società di produzione Ursa Major Films e il primo film prodotto è stato “Il mio sogno più grande”, diretto da Davis Guggenheim, che ruota attorno alla passione per il calcio di una 15enne, interpretata da Carly Schroeder. Nel 2009, invece, Shue recita nel film “Goal! 3”. L’attore è stato sposato dal 1994 al 2008 con Jennifer Hageney, dalla quale ha avuto 3 figli, mentre nel 2010 sposa la giornalista Amy Robach.