In pochi anni, è diventato l’idolo della comicità italiana. Partendo da Zelig e approdando al cinema con “Cado dalle nubi”, nel 2009, fino a “Quo vado?”, nel 2016, Checco Zalone ha conquistato il botteghino e stabilito record difficilmente raggiungibili. Il 3 giugno compie 40 anni e, probabilmente, il nuovo progetto cinematografico dovrebbe uscire a fine 2017 o inizio 2018, ma c’è ancora il massimo riserbo su trama e cast.

Gli esordi musicali e come comico con Giacinto Lucariello.

Il comico, il cui vero nome è Luca Pasquale Medici, nasce a Bari, ma risiederà a Capurso. Dopo il diploma al liceo scientifico Santo Simone di Conversano, si laurea in Giurisprudenza, ma la professione di avvocato non faceva decisamente per lui. Infatti, la sua passione per la musica lo porta a lavorare con vari musicisti jazz pugliesi, tra cui Vito Ottolino e Pino Mazzarano, mentre nel 2004, fa il suo debutto come comico in coppia con Giacinto Lucariello, presentando il concorso “Ragazza Cinema OK”.

Da Telenorba a Zelig.

Nel 2005, partecipa ad alcuni programmo televisivi, tra cui “Sottanos”, dell’emittente Telenorba, col suo amico Gennaro Nunziante. Dopo aver frequentato il laboratorio Zelig di Bari, nello stesso anno Zalone partecipa a “Zelig Off”, riscuotendo un successo clamoroso. Il personaggio Checco Zalone (in barese “Che cozzalone” significa “Che tamarro”), parodia di un cantante neomelodico sgrammaticato e vestito in maniera molto “casual”, diventa amatissimo dal pubblico televisivo. Zalone è presente anche in “Zelig Circus” e, nel 2006, scrive e canta la canzone “Siamo una squadra fortissimi”, dedicata alla Nazionale italiana di calcio, vincitrice proprio quell’anno, del Campionato del mondo. Il pezzo ha un successo inaspettato e precede l’uscita dell’album “…Se non avrei fatto il cantande”. Il comico, ormai, è lanciatissimo in tv e, dopo “Zelig”, conduce con Amadeus il programma musicale “Canta e vinci”(2007).

“Cado dalle nubi” e “Che bella giornata”.

Sempre nel 2007, esce il suo secondo album, “Se ce l'o' fatta io…ce la puoi farcela anche tu” mentre, nel 2009, esce il suo primo film, “Cado dalle nubi”. La commedia, diretta da Gennaro Nunziante, ha come protagonisti Zalone, Giulia Michelini, Dino Abbrescia e Fabio Troiano  e s’impone subito al box office con un incasso di 14.073.000 euro. Nello stesso periodo, esce anche l’album “Cado dalle nubi”, con tutti i pezzi della pellicola. Anche il suo “Checco Zalone Show”, su Canale 5, ha un seguito sbalorditivo, e due anni dopo, il comico è di nuovo al cinema con “Che bella giornata”, diretto sempre da Gennaro Nunziante. Stavolta, stabilisce un vero record, con un incasso di 43.474.000 euro, piazzandosi al terzo posto tra i film di maggiore incasso in Italia, dopo “Avatar” e “Titanic”, di James Cameron.

“Resto Umile Show” e “Quo Vado?”.

Nel 2011, è di nuovo su Canale 5 con “Resto Umile Show” mentre nel 2013, Zalone diventa papà di Gaia, la sua prima figlia ed esce il suo terzo film, “Sole a catinelle”. Il film batte il record d’incassi del film precedente, con 51.894.000 euro, superando “Titanic”. Ancora meglio, farà il suo quarto e ultimo film, “Quo Vado?”, uscito il 1° gennaio 2016.  La pellicola, infatti, ha incassato 65.211.000 euro sfiorando il record di “Avatar” che, nel nostro Paese, ha incassato 65.679.238 euro, ma diventando comunque il film italiano che ha incassato di più nella storia. A gennaio di quest’anno, è diventato papà della sua seconda figlia, Greta e, Pietro Valsecchi, amministratore delegato della Taodue Film, ha dichiarato, in un’intervista di qualche mese fa, che il nuovo film di Zalone uscirà verso fine 2017, o inizio 2018, ma al momento non è trapelato nessun dettaglio a riguardo.