Brad Pitt e Shia LaBeouf hanno condiviso il set di uno dei film più belli annunciati per il 2015 in Italia, "Fury". Una pellicola epica ambientata durante la fine della seconda guerra mondiale, dove seguiremo il viaggio di un'unita di cinque soldati e del sergente i comando Wardaddy in una missione dietro le linee nemiche, a bordo di un carro armato Sherman. Impegnato nella promozione del film, Brad Pitt si è lasciato andare nel corso di un'intervista a GQ dove ha riconosciuto Shia LaBeouf come uno dei miglior attori con cui abbia mai lavorato.

Oh, io amo questo ragazzo. È uno dei migliori attori che io abbia mai visto. È un ragazzo pieno di talento e impegno, vive il lavoro come nessun altro, lasciate che ve lo dica. Ho avuto la fortuna di lavorare con un sacco di attori e, lasciate che ve lo dica ancora, è uno dei migliori che io abbia mai visto.

E Brad Pitt ne ha davvero visti di attori, da Tom Cruise a Kevin Spacey, da Morgan Freeman a James Gandolfini. Può considerarsi LaBeouf una sorta di erede di Brad Pitt? Beh, forse proprio no, perché anche fisicamente Shia sarebbe più vicino alla fisionomia di un altro vecchio partner di Brad Pitt, quel fenomenale Edward Norton che superati i 40 ha un po' perso lo smalto delle prime uscite. Resta comunque un grande titolo che Brad gli ha conferito nel corso di questa intervista al britannico GQ.

Shia LaBeouf, l'arresto e il brutto carattere.

Shia LaBeouf è famoso anche per le sue scorribande notturne, non soltanto per le grandi prove a teatro e sul set. Nello scorso giugno, mentre si trovata allo Studio 54 di Broadway per assistere al musical "Cabaret", dove tra i protagonisti c'era Michelle Williams. Il protagonista di "Nymphomaniac" e "Fury" per tutto l'arco della prova, ha infastidito di continuo il pubblico, poi ha cominciato a colpire i presenti sulla testa ed ha rubato delle fragole da un piatto di una signora che stava gustando un aperitivo. Non contento, si è acceso una sigaretta nonostante fosse vietato fumare in sala.

A quel punto è intervenuta la polizia, invitandolo a spegnere la sigaretta. Ma l'attore non voleva saperne di farlo ed ha cominciato ad insultare gli uomini in divisa, che non hanno potuto fare altro che arrestarlo. È stato successivamente rilasciato, ma resta una macchia nella carriera dell'attore che, da oggi, può contare su una sponsorizzazione importante come quella di Brad Pitt.