Christian De Sica torna sulla questione Massimo Boldi e cinepanettoni. L'attore si è lasciato andare all'ennesimo sfogo sul diverbio nato della separazione professionale, commentando il tutto in un'intervista al TG Zero di Radio Capital. Massimo Boldi in questi giorni aveva addotto, tra le motivazioni del distacco dall'ex amico e collega date anche in passato, un ingente debito di denaro. La somma ammonterebbe intorno ai 300mila euro e il noto ‘cipollino' l'ha dichiarato a Cruciani durante la trasmissione radiofonica de La Zanzara.

De Sica è allora intervenuto per chiarire quanto detto, a suo dire, in modo del tutto erroneo

Gli devo 300mila euro? L'età avanza… Secondo me si sbaglia. Tornare con Massimo? Sarebbe una minestra riscaldata. Quando se n'è andato mi ha messo nei guai, poi dopo grazie a Dio mi è andata bene. Rimettersi insieme sarebbe come quando Bud Spencer tornò con Terence Hill per Botti di Natale e andò male… l'unica cosa che potremmo fare sarebbe I Ragazzi Irresistibili.

Christian De Sica però non si è frenato dal punto di vista emotivo e ha ribadito quanto sia ancora importante l'affetto per Boldi: "Se gli voglio ancora bene? Ma certo, le risate più grandi me le sono fatte con lui". In effetti i due attori hanno preso strade un po' diverse e l'effetto del cinepanettone scaduto degli ultimi anni non ha di certo giovato all'ipotesi di un reunion sotto l'albero.