Fu tra gli attori del film Titanic quando aveva solo 8 anni. All’epoca, ancora una bambina, non riuscì ad afferrare appieno la portata del fenomeno al quale aveva preso parte. Oggi Alexandrea Owens-Sarno, l’attrice che recitò nel ruolo della piccola Cora all’interno del film diretto da James Cameron, ricorda quella sua fugace apparizione nella pellicola come uno dei momenti che hanno segnato la sua vita.

Sono trascorsi 20 anni da quando, nel 1997, la bambina conquistò il pubblico del film grazie al suo sorriso spontaneo. Cora comparve per la prima volta nel film durante il momento della festa organizzata in terza classe, qual party tanto diverso da quelli pomposi organizzati dalla nobiltà che risiedeva nei piani superiori della famigerata nave inaffondabile. Jack Dawson – il protagonista del film interpretato da Leonardo DiCaprio – invitò la bella Rose – il personaggio portato al successo da Kate Winslet – a godersi una “vera festa”. La scena è questa. Jack sta ballando proprio con la piccola Cora quando Rose fa la sua apparizione al party. L’avventuriero lascia la mano della bambina con la quale stava danzando per accogliere la donna di cui si è innamorato ma, di fronte allo sguardo deluso che gli lancia la piccola, non riesce a fare a meno di sorriderle e di rassicurarla: “Resti la mia preferita”. Ottenuto il complimento, la bambina si allontana sorridendo. La piccola ricompare verso la fine del film. Il regista volle che il suo personaggio si salvasse e, infatti, Cora appare negli ultimi fotogrammi mentre, ancora in vita, abbraccia la sua bambola.

Che cosa fa Alexandrea Owens-Sarno oggi.

Alexandrea Owens-Sarno è rimasta un’attrice. Appassionata di yoga, oggi ha 28 anni ed è single. È molto attiva sui social network e, rimasta legata a quel personaggio che all’epoca le regalò la fama, non manca di ricordare a quanti la seguono la sua appartenenza al cast di Titanic. Dopo una pausa durata circa 15 anni, Alexandrea è tornata a recitare per i film A Closer Walk with Thee (2017) e The Sluagh (2016). Qualche anno fa raccontò che il periodo successivo alle riprese di Titanic non fu tra i più semplici della sua vita

Bè, dopo Titanic io avevo un agente. Sono andata a delle audizioni per altri film, ma è stato un periodo molto difficile per me. Le persone mi riconoscevano per strada tutte le volte. È stato davvero travolgente e faticoso. Le persone mi chiedevano l’autografo, ma quando tu hai 8 o 9 anni tu reagisci dicendo “Uh! Chi sei tu? Io non dovrei parlare con gli sconosciuti!”. Avevo realmente abbandonato l’idea di diventare attrice professionista, ma vivendo a Los Angeles adesso, devo adeguarmi.

A proposito di Leonardo DiCaprio aggiunse

C’era molto di Jack in Leo, certamente. Era molto dolce, buffo, assolutamente adorabile. Aveva sempre il sorriso stampato in faccia. Era una bella cosa.