in foto: Anita Pallenberg con Mick Jagger e Keith Richards. (GettyImages)

È morta a 73 anni Anita Pallenberg, modella, attrice, icona anni '60 e musa dei Rolling Stones. A riportare la notizia su Instagram è stata la sua amica Stella Schnabel, figlia del pittore e regista Julian. La causa della morte non è stata ancora resa nota. "Non ho mai incontrato una donna come te, Anita", ha scritto la Schnabel come commento ad una foto che le ritrae abbracciate e sorridenti su una barca.

A post shared by Stella Madrid 🍓 (@stella__schnabel) on

Keith Richards si è detto "distrutto" dalla notizia della morte della sua ex compagna, da cui si separò nel 1980. La Pallenberg ebbe prima una relazione di circa due anni con Brian Jones, poi l'uomo divenne violento e lei lo lasciò per Richards, dal quale ha avuto tre figli: Marlon, Angela e Tara (morto da piccolo per la sindrome della morte infantile improvvisa). Per la loro secondogenita, Richards scrisse il brano "Angie" (1973), composto durante la gravidanza, quando ancora non si conosceva il sesso del nascituro, che poi si rivelò essere davvero femmina e fu chiamata Angela. Nella sua autobiografia, inoltre, la donna ha raccontato anche di aver avuto una storia con Mick Jagger.

Modella e attrice, Anita Pallenberg lavorò anche come designer e fu un'esponente importante nel mondo della pop art durante gli anni '60, grazie anche alla frequentazione della Factory di Andy Warhol. I suoi ruoli cinematografici più noti includono il ruolo di Black Queen in "Barbarella" (1967), accanto a Jane Fonda e quello di Pherber in "Sadismo" ("Performance", 1970), violento film drammatico in cui recitò al fianco di Mick Jagger. Mentre lavorava alle riprese di "Sadismo", l'attrice iniziò a drogarsi di eroina e nel 1977 venne arrestata a Toronto per uso di stupefacenti ed andò in un centro di riabilitazione insieme a Keith Richards.