Mireille Darc è morta questa notte a Parigi, all'età di 79 anni. Icona assoluta degli anni Sessanta e Settanta, è stata la compagna di Alain Delon per 12 anni. Accanto a lui ha girato 13 film. Ne annunciano la scomparsa fonti vicine alla famiglia. Mireille Darc era malata da tempo ed era stata colpita da diversi ictus nel corso degli ultimi anni. A confermare le informazioni giunte in mattinata  è stato il marito Pascal Desprez a "Le Monde", rivelando che l'attrice era in coma da tre giorni.

La carriera di Mireille Darc.

Artisticamente si forma presso il Conservatorio d'Arte Drammatica di Tolone per poi trasferirsi a Parigi nel 1959, dove lavora come modella e segue i corsi di recitazione di Maurice Escande e Raymond Roleau. Si afferma al cinema con "La Grande Bretèche" (1960) e "Hauteclair" (1961). Si distingue per la sua capigliatura bionda a caschetto, i lineamenti imbronciati che le regalano un'aria finemente maliziosa. Diretta da Georges Lautner in "Galia" (1965), film in cui ottiene per la prima volta un ruolo da protagonista, si afferma in altri tredici film con Lautner, tutti poliziesci e drammatici.

Si innamorerà di Alain Delon sul set di "Addio Jeff!" nel 1969. I due porteranno avanti un sodalizio artistico e sentimentale che durerà per 15 anni e 13 film, dal 1968 al 1983. Dopo la relazione con Alain Delon, Mireille Darc è stata compagna del giornalista e scrittore Pierre Barret, morto nel 1988. Si innamora dell'architetto Pascal Desprez nel 1996 e lo sposerà nel 2002.