È scomparso a Roma, all'età di 82 anni, Manlio De Angelis. Tra i più bravi doppiatori della vecchia scuola, di lui ci si ricorderà soprattutto per aver doppiato l'attore Joe Pesci nel periodo d'oro dell'attore italo-americano. Era sua la voce di personaggi cult del cinema degli ultimi trent'anni: il rissoso Tommy in "Quei bravi ragazzi" (1990) e Nicky Santoro in "Casinò" (1995), entrambi i film di Martin Scorsese, "Bronx" (1993) e "The Good Shepherd" (2006) di Robert De Niro, "Jimmy Hollywood" (1994) di Barry Levinson.

Tra gli attori doppiati spiccano Alan Arkin in "Una strana coppia di sbirri", "Una strana coppia di suoceri", "Gattaca", "Argo", "Little Miss Sunshine" e "Il grande match" e tanti altri. E ancora Richard Dreyfuss in numerosi film, tra cui "Goodbye amore mio" e "Cartoline dall'inferno". Fu anche la voce di Roy Scheider in "Lo squalo" e "Lo squalo 2".

Il figlio morto, voce di Joey di Friends.

Manlio De Angelis apparteneva a una famiglia storica di doppiatori, discendendo da suo padre Gualtiero De Angelis. Aveva due figli, Vittorio De Angelis, morto a soli 52 anni nel 2015, era la voce di Joey di "Friends". Sua figlia Eleonora, 50 anni, è la voce di Jennifer Aniston e Sarah Michelle Gellar.