È morto ieri a Miami, Tomas Milian nome d'arte di Tomas Quintin Rodriguez Milian. L'attore, nato a Cuba, a L'Avana, il 3 marzo 1933. Viveva da molti anni negli Usa ma era noto sopratutto in Italia dove, nonostante avesse lavorato con autori come Lattuada, Visconti o Maselli, era soprattutto per la sua partecipazione in western e nei film polizieschi dove impersonava l'ispettore Nico Giraldi e il poco onesto quanto romanissimo Sergio Marazzi, detto Er Monnezza.

La morte di Tomas Milian.

Tomas Milian è stato trovato morto ieri a Miami, alle 23 ora locale. La morte, come rivela l'Ansa, è avvenuta per ictus. Monica Cattaneo, amica dell'attore, racconta al sito di agenzie

L'ultima volta che ci siamo sentiti, mi chiedeva di riportarlo a Roma perché aveva deciso che voleva vivere a Roma gli ultimi anni della sua vita e morire nella città che aveva visitato l'ultima volta quando era stato premiato alla Festa del cinema di Roma.

Il grandissimo successo dei film di Tomas Milian furono soprattutto dovuti dalla voce di Ferruccio Amendola, che molto spesso veniva identificato ai suoi personaggi. Infatti, nel reboot del 2005 "Il ritorno del Monnezza", sarà Claudio Amendola ad interpretare il figlio di Nico Giraldi (che però nei film originali era noto come "Er Pirata).

La carriera di Tomas Milian.

Iscritto all'Accademia Teatrale di Miami, provò la fortuna a Broadway negli anni '50. Parteciperà ad una serie televisiva poliziesca negli Usa ("Decoy") ma troverà fortuna in Italia. Fu scelto da Mauro Bolognini per "La notte brava", poi recitò per Alberto Lattauda, Valerio Zurlini, Luchino Visconi e Pier Paolo Pasolini. Sarà nel cinema popolare che troverà la sua consacrazione, dagli spaghetti-western di Sergio Sollima (padre di Stefano, regista di "Gomorra – La Serie" e "Romanzo Criminale") al violentissimo "I quattro dell'apocalisse" di Lucio Fulci. Negli anni '70 arriveranno i poliziotteschi di Serie B, bocciati dalla critica del tempo ed oggi rivalutati e divenuti dei veri e propri cult.

"Il trucido e lo sbirro" di Umberto Lenzi è il primo film in cui appare come "Er Monnezza", nel ruolo di Sergio Marrazzi, il ladro nemico dei cattivi, furbo con i furbi ma buono con i buoni.  Il successo del personaggio fu tale che venne confuso anche con il suo successivo, Nico Giraldi, l'ispettore dai modi burberi protagonista di una serie di undici film dal 1976 al 1984: "Squadra antiscippo", "Squadra antifurto", "Squadra antitruffa", "Squadra antimafia", "Squadra antigangsters", "Assassinio sul Tevere", "Delitto a Porta Romana", "Delitto al ristorante cinese", "Delitto sull'autostrada", "Delitto in Formula Uno", "Delitto al Blue Gay".

Testimone di nozze di Eva Henger.

Il 14 aprile 2013 fu testimone alle nozze di Eva Henger e Massimiliano Caroletti, al quale era legato da una profonda e sincera amicizia.