Il sequel di Mary Poppins si farà. Lo ha annunciato la Disney, confermando le indiscrezioni di qualche mese fa su chi sarebbe stata la degna erede di Julie Andrews. Come era stato anticipato, infatti, a 54 anni dalla pellicola originale ci penserà Emily Blunt a interpretare la tata simbolo di intere generazioni. Mary Poppins returns, questo il titolo del film, sarà diretto da Rob Marshall e sbarcherà nelle sale il giorno di Natale del 2018. Sarà David Magee, lo sceneggiatore di Vita di Pi Neverland, a riadattare le storie della scrittrice P.L. Travers.

Le vicende si svolgono a Londra e vedono Jane e Michael Banks nel ruolo di protagonisti. Diventati ormai adulti, i due hanno subito da poco un lutto. Anche stavolta, però, l'arrivo di Mary Poppins riuscirà a risollevare le sorti della famiglia. Chissà se il film del regista di Chicago sarà all'altezza del capolavoro di Robert Stevenson. Per il momento, l'attesa è grande.

Emily Blunt, la nuova Julie Andrews.

Il suo "Supercalifragilistichespiralidoso" è entrato nella storia, così come l'orecchiabile ritornello "Basta un poco di zucchero e la pillola va giù, la pillola va giù…". Era il 1964 quando Mary Poppins debuttò sul grande schermo. Da allora, è rimasta un'icona della storia del cinema. Nata dalla penna di P.L. Travers, la tata più amata da grandi e piccini era interpretata da Julie Andrews. Insieme al suo amico spazzacamino, accompagnava nelle loro giornate i figli dei Banks, Jane e Michael. Ora, però, i due fratelli londinesi sono diventati adulti. Eppure, sembra che nella loro casa ci sia ancora bisogno dell'aiuto dell'ingegnosa governante, soprattutto per l'elaborazione di un grave lutto.

Spetterà al film Mary Poppins returns di Rob Marshall a dare vita per la seconda volta ai personaggi più famosi di sempre, stavolta durante il periodo della Grande Depressione. Dopo i rumors dei mesi scorsi, Emily Blunt è stata dichiarata ufficialmente l'erede della Andrews, che già a ottobre si era detta contenta per un eventuale sequel della pellicola di Robert Stevenson. Accanto alla Blunt, che aveva già recitato per Rob Marshall nel suo Into the Woods, ci sarà Lin-Manuel Miranda, artista conosciuto per la sua interpretazione nel musical Hamilton di Broadway. Tra le note delle musiche scritte da Marc Shaiman e delle canzoni originali di Scott Wittman, gli attori dovranno confrontarsi con un capolavoro intramontabile. La responsabilità sarà grande, così come lo saranno le aspettative del pubblico. Speriamo, allora, che nessuno ne resterà deluso.