Toni D’Angelo (“Una notte”, “Poeti”, “L’innocenza di Clara”), figlio del famoso cantante e attore Nino D’Angelo, torna in cabina di regia per “Falchi”. La pellicola, racconta la vicissitudini di due poliziotti della sezione speciale della Squadra Mobile di Napoli, chiamati, appunto, Falchi, che agiscono con le moto e nei posti più pericolosi e notoriamente più malfamati della città. I protagonisti principali sono Fortunato Cerlino e Michele Riondino, visto ne “Il giovane favoloso”, di Mario Martone; “Maraviglioso Boccaccio”, dei fratelli Taviani e diventato famoso, anche lui, per la serie tv “Il giovane Montalbano”. Le musiche sono state curate da Nino D’Angelo, mentre la sceneggiatura è stata scritta dal regista con Marcello Olivieri e Giorgio Caruso. Nel cast, oltre ai due protagonisti principali, ci sono anche Pippo Delbono e Stefania Sandrelli. “Falchi” sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 2 marzo.

La trama.

Peppe e Francesco, sono due Falchi, poliziotti della sezione speciale della Squadra Mobile di Napoli. In sella alla loro moto, portano la legge tra i vicoli più malfamati della città, usando spesso metodi poco convenzionali. La loro vita, già ricca di tensione, viene sconvolta da una tragedia personale e professionale. In preda allo sconforto e assetati di vendetta, ingaggeranno una lotta senza esclusione di colpi contro una potentissima e spietata organizzazione criminale cinese.

Il cast.

Gli attori che completano il cast sono: Fortunato Cerlino (Peppe), Michele Riondino (Francesco), Xiaoya Ma (Mei), Aniello Areba (Ispettore Russu), Pippo Delbono (Marino), Stefania Sandrelli (Arianna), Gaetano Amato (Luciano), Alessandra Cao (Liu), Carlo Caracciolo (Agente Caserta), Hong Guo Long (Hwang), Carmine Paternoster (Agente Migliaccio), Massimiliano Rossi (Agente De Nicola), Salvatore Striano (Tuccillo) e Ruichi Xu (Chen).

Le curiosità sul film che dovete sapere.

1. Nino D’Angelo ha scritto la canzone “Puortame cu te” appositamente per il film e avrà anche un piccolo ruolo.

2. La produzione ha tenuto a precisare che le scene con la partecipazione di animali sono state effettuate con l’ausilio di effetti speciali di post-produzione, al fine di salvaguardare totalmente la salute e il benessere degli amici a quattro zampe.

3. I "Falchi" vennero fondati a Catania nel 1974, dal Questore Emanuele De Francesco, come 5ª Sezione della Squadra Mobile e preposti esclusivamente alla repressione dei crimini di strada. Oggi inquadrate nella sezione "criminalità diffusa", contrastano, in borghese e in sella alle moto, il crimine per i vicoli delle città laddove le volanti non riescono ad arrivare. Attualmente, le città dove il loro servizio è più utile ed efficiente sono: Palermo, Napoli, Bari, Taranto, Roma e Milano.

4. Toni D’Angelo ha dichiarato che, per “Falchi”, si è lasciato ispirare, visivamente, dal filone cinematografico di Hong Kong degli anni ’90, con i suoi melò, polizieschi e noir raccontati da grandi registi come Johnnie To e John Woo.

5. Napoli, nel film, è un luogo che è, al contempo, rappresentativo e generico, quindi universale. Il regista ha evitato di conferire una geografia precisa, rendendo le strade, le piazze e i vicoli come un teatro di posa a cielo aperto. L’unico elemento riconoscibile è la musica.