Parte il conto alla rovescia per il Festival di Cannes 2016, la cui 69esima edizione si terrà sulla leggendaria Croisette dall'11 al 22 maggio. Per conoscere il programma bisognerà aspettare ancora qualche settimana, ma sono già numerosi i rumor che circolano sui possibili nomi presenti (dentro e fuori il concorso). Per quanto riguarda l'Italia, i registi più papabili sono Marco Bellocchio con "Fai bei sogni', Paolo Virzì con "La pazza gioia" – entrambi habitué del festival – e Roberto Andò con "Le confessioni". Tre titoli italiani a Cannes sarebbero un bel colpaccio, dopo il caso del 2015 di Moretti-Sorrentino-Garrone (purtroppo rimasti a secco di premi).

Rumor da Cannes: da Penn a Jodie Foster e Almodovar.

Tra gli internazionali, si parla inoltre con insistenza di Woody Allen (il suo nuovo film è provvisoriamente intitolato "Cafe Society"), Steven Spielberg ("Il Gigante Gentile"), i fratelli Dardenne ("La fille inconnue"), Pedro Almodovar ("Julieta"), Xavier Dolan ("Juste la fin du monde"), Tom Ford ("Nocturnal Animals"), Nicolas Winding Refn (l'horror "Neon Demon").

Possibilità anche per Denis Villeneuve ("Story Of Your Life"), Paul Verhoeven ("Elle"), Pablo Larrain (il biopic "Neruda", dedicato al grande poeta cileno), Olivier Assayas ("Personal Shopper"), Ken Loach ("I, Daniel Blake"), Jim Jarmusch ("Paterson"), James Grey ("The Lost City of Z"), Takashi Miike ("Terra Formars"), Tran Anh Hung ("Eternity"), Lav Diaz ("Fragment") e Cristian Mungiu ("Family Photos").

E ancora, potrebbero sbarcare sulla Croisette due film che segneranno il ritorno alla regia dei popolarissimi attori Sean Penn ("The Last Face" con Charlize Theron, ai tempi delle riprese ancora fidanzata con lui) e Jodie Foster ("Money Monster").

La giuria del Festival sarà guidata da George Miller, il regista australiano tornato recentemente in auge con l'apocalittico "Mad Max: Fury Road", cult del 2015 che ha conquistato ben sei statuette agli ultimi Oscar.

Il manifesto ufficiale omaggia Jean-Luc Godard.

Intanto, è stato lanciato il manifesto ufficiale del Festival, che rende omaggio al decano del cinema francese Jean-Luc Godard. Se il poster dello scorso anno era dedicato a Ingrid Bergman, stavolta la kermesse ha scelto di immortalare una scena del film "Il disprezzo" con Michel Piccoli e Brigitte Bardot (1963). Nell'immagine, concepita da Hervé Chigioni, Gilles Frappier e Philippe Savoir, vediamo Piccoli salire le infinite scale della villa di Curzio Malaparte a Capri, un evidente parallelismo con la scalinata del celebre Palais du Festival di Cannes. Sarà proprio l'attore francese a inaugurare la prima "montée des marches", il celebre red carpet della manifestazione.