Ciak e Box Office, come di consueto, pubblicano la "Power List del Cinema Italiano" nel numero in edicola dal 30 agosto. Nella Top 50 dei "Talents" (c'è una classifica a parte per i "Professionals", i top del dietro le quinte) c'è il duo comico Ficarra e Picone, grandi protagonisti del grande schermo che con "L'ora legale" hanno ottenuto l'incasso italiano più alto, tenendo a distanza le produzioni natalizie. Un merito in più è quello di aver messo d'accordo critica e pubblico, la base per un successo limpido e ampiamente riconosciuto. La seconda posizione è di Paolo Sorrentino, assente al cinema ma grande protagonista in tv con "The Young Pope". Il regista napoletano è sul set di "Loro", il suo nuovo film incentrato sugli ultimi anni di vita politica di Silvio Berlusconi.

Medaglia di bronzo per Alessandro Siani e la sua svolta favolistica: "Mister Felicità" è stato il secondo incasso italiano stagionale con 10 milioni e 200mila euro. In quarta posizione c'è Paolo Virzì e il successo de "La pazza gioia". Un buon risultato per Christian De Sica è il quinto posto in classifica: "Poveri ma ricchi" di Fausto Brizzi gli restituisce un ruolo diverso dai soliti in una commedia natalizia che è distante anni luce dal trash dei cine-panettoni. Non può mancare Marco Giallini, volto simbolo del cinema italiano, in settima posizione mentre in ottava c'è Toni Servillo.

L'opera seconda di Pif, "In guerra per amore", gli vale il quattordicesimo posto. È in crescita Alessandro Borghi, al 17°posto. Per l'attore di "Non essere cattivo" sarà un altro anno importante: torna a vestire i panni di Numero 8 nella serie Netflix tratta da "Suburra". Sergio Castellitto, a 360° tra cinema e tv, tra regia e interpretazione, è al 22°posto. Questi i nomi principali anticipati dalla redazione di Ciak: tantissimi protagonisti che contribuiscono a fare grande il nostro cinema, regalando emozioni a milioni di appassionati.