A Natale 2017 Massimo Boldi e Christian De Sica saranno al cinema, ma non insieme, come nei tanti film a cui hanno preso parte dagli anni '80 al 2005, ma bensì l'uno contro l'altro. La sfida al botteghino tra i due ex-colleghi di cinepanettoni, quest'anno, vedrà protagoniste le pellicole "Natale da chef" con Boldi, diretta da Neri Parenti e distribuita da Medusa, e "Poveri ma ricchissimi", con De Sica diretto da Fausto Brizzi (Warner).

Nessun riavvicinamento per i due attori.

Non è la prima volta che il box office del periodo natalizio ci propone uno scontro tra i due attori, che anzi è diventato ormai una prassi dell'ultimo decennio, a cominciare dal 2006, che li vide fronteggiarsi con "Natale a New York" (De Sica) e "Olè" (Boldi), fino allo scorso anno, in cui si sono affrontati rispettivamente con "Poveri ma ricchi" e "Un Natale al Sud". Eppure qualcuno aveva pensato che quest'anno avremmo potuto rivederli fianco a fianco, in seguito ad una lettera aperta che Boldi ha scritto al collega ad aprile su "Chi", nella quale l'artista esprimeva il desiderio di tornare a lavorare con lui.

Zalone al cinema nel 2019.

L'ufficialità di questo nuovo scontro al botteghino e è arrivata con l'annuncio di Medusa Film, che ha presentato il suo listino per il 2017/2018. Come ha annunciato l'ad Giampaolo Letta, alla commissione selezionatrice di Venezia la casa di produzione proporrà "Riccardo va all'inferno" di Roberta Torre (nelle sale a fine settembre), musical con Massimo Ranieri che rappresenta una attualizza e rilocalizza la tragedia "Riccardo III" di Shakespeare, ambientandola ai giorni nostri, nella periferia romana. Tra gli altri titoli della stagione, "La ragazza nella nebbia", di Donato Carrisi, con Toni Servillo e Jean Reno, che uscirà a fine ottobre, la nuova commedia di Paolo Genovese "The Place" (28 dicembre), con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Silvio Muccino e Sabrina Ferilli e l'atteso "Made in Italy", terzo film di Ligabue di cui sono da poco iniziate le riprese. Per vedere sugli schermi la prossima fatica cinematografica di Checco Zalone, invece, bisognerà attendere il primo gennaio 2019.