Alessio Maria Federici è riuscito a riunire due sex symbol del nostro cinema e a portarli sullo stesso set per una commedia sentimentale che promette di conquistare il botteghino. Si tratta di “Fratelli Unici” e i due belli in questione sono Luca Argentero e Raoul Bova. Federici, dopo aver diretto “Lezioni di cioccolato 2” e “Stai lontana da me”, stavolta ci racconta la storia di due fratelli che hanno sempre sognato di essere figli unici, ma che si troveranno costretti a convivere quando uno dei due perderà la memoria, dopo un incidente. Mescolando amore, amicizia, famiglia e potendo contare su un cast molto ben collaudato, il regista sa di poter colpire direttamente al cuore degli spettatori, che potrebbero facilmente immedesimarsi nei personaggi e nelle storie collaterali raccontate. Tutti al cinema, quindi, a partire dal prossimo 2 ottobre.

La trama.

Pietro e Francesco sono fratelli. Il primo è un uomo affermato ma che non sa più come si ama, mentre il secondo  è un eterno ragazzino che non ha mai amato. Sono fratelli, ma hanno passato tutta la vita a desiderare di essere figli unici. Un giorno, un incidente fa perdere completamente la memoria a Pietro e lo fa diventare innocente e curioso come un bambino. La sua ex moglie Giulia sta per risposarsi e non ne vuole sapere di lui, così Francesco è costretto a portarselo a casa e, per la prima volta, a fare la parte dell’adulto. Ha inizio una folle convivenza le cui punte tragicomiche si svolgono davanti agli occhi di Sofia, la vicina di casa giovane, bella e irritata dalla superficialità di maschio alfa con la quale Francesco cerca di rieducare il fratello. Il giorno in cui Pietro, uscendo di casa, incontra lo sguardo di una ragazza che gli fa battere il cuore, scopriremo che anche quando si è dimenticato tutto, non si può dimenticare chi si è amato veramente.

Il cast.

I due bellissimi del cinema italiano Raoul Bova e Luca Argentero, avranno rispettivamente i ruoli di Pietro e Francesco. La controparte femminile di difende piuttosto bene, dal momento che il regista ha scelto Carolina Crescentini  per il ruolo di Giulia, la moglie di Raoul Bova/Pietro e Miriam Leone per la parte di Sofia. A completare il cast c’è la simpaticissima Michela Andreozzi, nel ruolo del  giudice.