Ha lavorato a teatro con il grande Eduardo De Filippo, girato circa 32 film e presto parte anche a importanti e seguitissime fiction italiane. L’immensa Isa Danieli, il 13 marzo, compie 80 anni e, la maggior parte di questi, li ha vissuti interamente sul palco. Luisa Amatucci, questo il suo vero nome, è figlia d’arte, dato che il padre, Renato Di Napoli, era attore e sua madre, Rosa Moretti, era la voce di Radio Napoli. Fin da piccolissima, quindi, l’attrice ha avuto sempre una forte passione per la recitazione e, infatti, lasciò gli studi a soli 15 anni.

Il sodalizio con Eduardo.

I primi passi sul palco, la Danieli li muove proprio con la madre, ma poi un giorno decide di scrivere una lettera ad Eduardo De Filippo che, dopo un provino, la porta con sé sul palco in “Napoli Milionaria” e, successivamente, anche in “Questi fantasmi”. In breve, De Filippo diventa il suo mentore e maestro e, con la sua Compagnia, porterà a teatro “Mia famiglia”, “Bene mio, core mio” e in televisione “Miseria e nobiltà”(1955), fino a “Quei figuri di tanti anni fa”. Nel frattempo, partecipa come comparsa anche al film “Desiderio”(1946), diretto da Marcello Pagliero e Roberto Rossellini. Nel 1962, è in televisione con la miniserie “I racconti napoletani di Giuseppe Marotta”, mentre nel 1964, anche lo spettacolo teatrale “Caviale e lenticchie”, con Nino Taranto e Carlo Giuffré, viene trasmesso in televisione.

Musa di Lina Wertmüller.

Nel 1968, la Danieli è nel film “L’oro del mondo”, diretto da Aldo Grimaldi, con Al Bano, Romina Power ed Enrico Montesano mentre, nel 1973, gira il film “Film d'amore e d'anarchia – Ovvero "Stamattina alle 10 in via dei Fiori nella nota casa di tolleranza…", con Giancarlo Giannini e Mariangela Melato e, l’anno dopo “Tutto a posto e niente in ordine”, diretti da Lina Wertmüller, di cui diventerà l’attrice feticcio. Sempre nel 1974, è con Monica Vitti nel film “Teresa la ladra”, diretto da Carlo Di Palma mentre la Wertmüller la rivuole anche in “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto”. Nel 1975, è Tatina in “Salvo D’Acquisto”, di Romolo Guerrieri, con protagonista Massimo Ranieri e anche il maestro Mario Monicelli si accorgerà del suo talento, inserendola nel cast del meraviglioso “Caro Michele”(1976), con una fantastica Mariangela Melato.

Il ritorno a teatro con De Filippo, “Così parlò Bellavista” e il Nastro d’Argento.

Nel 1976, torna a teatro con Eduardo De Filippo, recitando negli spettacoli “Gli esami non finiscono mai”, “Uomo e galantuomo”, “Na’ santarella”, per poi passare a lavorare con Nino Taranto e Roberto De Simone ne “La Gatta Cenerentola”, “Mistero napoletano” e “Festa di Piedigrotta”. Nel 1978, torna sul set con Lina Wertmuller per il film “Fatto di sangue fra due uomini per causa di una vedova. Si sospettano moventi politici”, recitando con Sophia Loren, Giancarlo Giannini e Marcello Mastroianni mentre nel 1981, è nel cast di “Prima che sia troppo tardi”, di Enzo De Caro.  Nel 1983, gira “Sotto… sotto… strapazzato da anomala passione”, della Wertmuller, seguito dal cult “Così parlò Bellavista”(1984), di e con Luciano De Crescenzo, in cui interpreta il ruolo di Maria, la moglie di Bellavista. Grazie al ruolo di Carmela in “Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti”(1985), sempre per la regia di Lina Wertmuller, la Danieli porta  a casa il Nastro d’Argento come Migliore attrice non protagonista. Sempre nel 1985, gira anche lo straordinario “Maccheroni”, di Ettore Scola, con Mastroianni e Jack Lemmon.

“Nuovo Cinema Paradiso”, “Capri” e gli ultimi spettacoli.

Nel 1989, è Anna, la moglie di Alfredo, “Nuovo Cinema Paradiso”, cult di Giuseppe Tornatore e, successivamente, inanellerà una serie di successi con “Sabato, domenica e lunedì”(1990) e “Io speriamo che me la cavo”(1992), “Ninfa Plebea”(1996), “Ferdinando e Carolina”(1999), di Lina Wertmuller e “Pacco, doppio pacco e contropaccotto”(1993), diretto da Nanni Loy. Nel 2000, gira il film “Legami di famiglia”, di Pietro Sagliocco, con Massimo Ranieri e, due anni dopo, è la protagonista, Nana, nel film “Luparella”, di Giuseppe Bertolucci. L’attrice torna anche a teatro con spettacoli di successo, tra i quali, “Filumena Marturano”. Dal 2006 al 2010, è Reginella nello sceneggiato di successo della Rai, “Capri” ed è stata a teatro con Veronica Pivetti nello spettacolo “Sorelle d’Italia”. Nel 2012, l’abbiamo vista nella fiction “Né con te, né senza di te” e ancora a teatro con lo spettacolo “L’abissina – Paesaggio con figure”, con Barbara Enrichi e Massimo Salvianti.