Grande notizia per tutti i fan di Stephen King (un po' meno per gli amanti di Stanley Kubrick). "Doctor Sleep", il romanzo dello scrittore americano seguito del celeberrimo "Shining", diventerà un film. Pubblicato nel 2013, il libro sarà adattato per il cinema dallo sceneggiatore Akiva Goldsman, già premio Oscar per "A Beautiful Mind", e distribuito dalla Warner Bros. Lo stesso Stephen King figura tra i produttori.

Mossa azzardata o cult annunciato? Difficile dirlo ora. Per molti suonerà come un'eresia l'idea di un seguito di "Shining", tra i più grandi film horror di sempre e passato alla storia per l'interpretazione indimenticabile di Jack Nicholson. Il fatto che la Warner osi tanti, però, non deve stupire. Il primo a credere fermamente nel progetto sembra essere lo stesso King che, come molti ricordano, non fu per nulla soddisfatto del capolavoro di Kubrick, tanto da rinnegarlo. Per quanto sia difficile crederlo, il romanziere del Maine fu talmente deluso da come il regista aveva adattato il suo libro da produrre anni dopo una (trascurabile) nuova versione televisiva ispirata allo stesso romanzo.

La trama di Doctor Sleep.

"Doctor Sleep", pubblicato a 36 anni di distanza da "Shining" segue le vicende di Danny, il figlio di Jack Torrance. Ormai cresciuto, Danny (che nel film era interpretato da Danny LLoyd) ha conservato il potere della "luccicanza" ed è un alcolizzato come il padre. Dopo anni di vagabondaggi e tormenti, l'uomo sembra ritrovare la pace nella cittadina di Frazier, fino quando non entrerà in contatto con l'evanescente Abra, dotata più di chiunque altro dello "shining", che dovrà salvare dai misteriosi e malvagi membri del "Vero Nodo".

Stephen King e il rapporto con cinema e tv.

Va detto che trasformare i libri di King in film, tradizionalmente, ha sempre pagato. Basti pensare a grandi e grandissime pellicole tratti dai suoi lavori, come "Carrie" (girato da Brian De Palma, con un pessimo remake di qualche anno fa), "Stand By Me", "Misery non deve morire", "Le ali della libertà", "Il miglio verde", o, ancora, il televisivo "IT" (di cui è in lavorazione un remake). L'ondata non si è arrestata negli ultimi anni: da King sono state tratte le serie tv "Under the Dome" e  "22.11.63" con James Franco, in onda su Sky dal prossimo 11 aprile. Un altro progetto imminente è la riduzione cinematografica di "La Torre Nera", in sala nel 2017 e scritta – tra gli altri – dallo stesso Akiva Goldsman.