Jasmine Trinca prima di partecipare alla tavola rotonda conclusiva del festival pesarese, ‘L'attore nel cinema italiano contemporaneo‘, ha anticipato dettagli sul film dedicato al caso Cucchi, le cui riprese dovrebbero iniziare a fine anno: "È importante che su questa vicenda si faccia un film perché il cinema può essere un valido mezzo di testimonianza evitando di spettacolarizzare la tragedia di questo ragazzo".

Basato sugli atti processuali, il film racconterà la storia di Stefano Cucchi dall'arresto fino alla sua tragica morte. Jasmine Trinca interpreterà Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, che sin dalla sua dipartita ha iniziato a battersi per far venire a galla la verità sulle circostanze che avrebbero portato il fratello a morire in una stanza del reparto protetto dell’ospedale Sandro Pertini di Roma. L'attrice ci tiene ad assicurare che non sarà in alcun modo strumentalizzata la questione delle violenze fisiche: "Non sarà rappresentata alcuna scena di violenza di cui non ci sono testimonianze, ma sarà messa in evidenza la noncuranza da parte di chi doveva aiutare quel ragazzo. Come é possibile che nessuno si sia accorto di quanto fosse grave?".

La pellicola, scritta da Alessio Cremonini, vedrà la partecipazione spirituale della stessa Ilaria Cucchi, con la quale Jasmine Trinca ha avuto un contatto diretto: "Io l'ho conosciuta a Roma quando mi ha chiesto di fare una lettura di brani del suo libro al ‘Memorial Cucchi‘. Il personaggio di Ilaria Cucchi da me interpretato sarà diverso da quello che conoscete, non é ancora quella donna cambiata dalla tragica morte del fratello". Il film, del quale la Lucky Red molto presto svelerà titolo e nome del protagonista, racconterà "cosa é accaduto prima e la presa di coscienza della tragedia dopo che questa é avvenuta".