La versione di “Biancaneve”("Mirror Mirror") del visionario Tarsem Singh, con protagonisti Lily Collins, Julia Roberts, Armie Hammer e Sean Bean, si discosta un po’ dalla favola originale e dal film cult della Disney, del 1937. Infatti, Singh racconta la storia di una malvagia strega (Roberts), divenuta Regina in seguito ad un matrimonio di convenienza, e che mira a rubare il trono alla figliastra, la bella Biancaneve (Collins), e l'amore della sua vita, il Principe Andrew (Hammer). Quando il suo Specchio Magico le rivela che Biancaneve è ufficialmente "la più bella del reame", e Andrew manifesta il suo interesse per la fanciulla, la Regina ordina ai suoi sicari di abbandonarla nella foresta, dove una bestia famelica l’attende per ucciderla. La giovane riesce, però, a scappare e trova rifugio presso una banda di bizzarri nani ladruncoli, che la accolgono e fanno di lei un'agguerrita spadaccina. Il film è piaciuto molto a grandi e bambini, grazie al tocco più comico e divertente, ma siete sicuri di sapere proprio tutto?

1. Julia Roberts e il divieto ai figli.

Julia Roberts ha dichiarato di non aver fatto vedere il film ai suoi figli. Secondo l’attrice, il suo ruolo, come alcune scene del film, potevano risultare alquanto “disturbanti” e i bimbi erano ancora troppo piccoli per capire.

2. Lily Collins e il ruolo di Biancaneve.

Lily Collins, in un’intervista, ha ammesso di essere stata provinata per il ruolo di Biancaneve nel film “Biancaneve e il Cacciatore”, diretto da Rupert Sanders e uscito sempre nel 2012. Il regista, però, preferì assegnare il ruolo a Kristen Stewart.

3. Sam Claflin e gli attori considerati per il ruolo del Principe.

L’attore Sam Claflin fu provinato per il ruolo del Principe Andrew Alcott, ma Singh preferì assoldare Armie Hammer. Tuttavia, Claflin fu scelto da Sanders per lo stesso ruolo in “Biancaneve e il cacciatore”. Gli altri attori considerati prima di Hammer sono stati: Alex Pettyfer, James Holzier, e James McAvoy.

4. Julia Roberts e lo strappo muscolare.

Julia Roberts ha sempre dichiarato che i costumi che ha dovuto indossare nel film erano pesantissimi e le impedivano qualsiasi tipo di movimento. In una scena con Nathan Lane (Brighton), si girò di scatto verso il collega, provocandosi uno strappo muscolare, proprio perché il vestito era troppo pesante e non agevolò il suo movimento.

5. Lily Collins cantante provetta come suo padre.

Forse non tutti sanno che la giovane protagonista Lily Collins è figlia del grande Phil. L’attrice ha registrato per la pellicola il brano “I Believe (in love)”, ma non l’ha detto subito al famoso papà. Una volta a casa gliel’ha fatto ascoltare e il cantante è rimasto sbalordito dalle sue capacità canore, tanto da non credere fosse realmente la sua voce.

6. Il Principe e i peli sul petto.

La sceneggiatura originale del film, scritta da Melisa Wallack e Jason Keller, prevedeva una scena in cui la Regina Cattiva (Julia Roberts) dicesse al Principe Andrew (Armie Hammer) che il suo petto (Andrew è a torso nudo) fosse liscissimo. La scena, però, è stata eliminata perchè Hammer rifiutò di depilarsi il petto.

7. Julia Roberts: da Trilli a Regina Cattiva.

Per Julia Roberts si tratta del secondo ruolo in un film a tematica fiabesca. Prima di essere la Regina Cattiva, è stata Trilli in “Hook – Capitan Uncino”(1991).

8. Le meravigliose location costruite negli studi di Montréal.

Tarsem Singh è noto per essere un regista visionario e molto attento ai dettagli. Per le ambientazioni di “Biancaneve” ha fatto costruire una foresta innevata, una baita rustica, un’enorme sala da ballo e una gigantesca camera da letto negli enormi studi cinematografici di Montréal, in Canada. Il risultato? Semplicemente mozzafiato.

9. L’ultimo film della costumista premio Oscar Eiko Ishioka.

Il film ha ricevuto una nomination agli Oscar 2013 per i Migliori costumi a Eiko Ishioka. In realtà, si tratta dell’ultimo film della famosa costumista giapponese, premio Oscar per i costumi di “Dracula di Bram Stoker”, diretto da Francis Ford Coppola, dato che è morta proprio nel 2012, all’età di 74 anni.

10. Il budget e gli incassi.

“Biancaneve” ha incassato 183.018.000 dollari globalmente, a fronte di un budget di 85 milioni.