Lo statunitense Jeff Nichols (“Take Shelter”, “Mud”, Midnight Special”) sbarca nelle nostre sale con un dramma che ha come protagonisti I grandissimi Joel Edgerton e Ruth Negga. Basato su una storia vera, “Loving” racconta la storia di una coppia interrazziale che, nel 1958, convola a nozze, con conseguenti arresto e condanna, dovuti alle leggi dello Stato segregazionista della Virginia. La coppia intentò, poi, una causa contro lo Stato che arrivò fino alla Corte Suprema (il caso è noto proprio come “Loving contro lo Stato della Virginia) e, alla fine, ebbero la meglio. Nichols ha voluto curare anche la sceneggiatura del film e, dopo la presentazione al Festival di Cannes 2016, “Loving” ha fatto il giro delle kermesse più importanti del mondo, fino agli Oscar 2017, dove la protagonista Ruth Negga è stata nominata nella categoria Migliore attrice protagonista. La pellicola sarà nelle nostre sale a partire dal 16 marzo.

La trama.

Nel 1958, Richard e Mildred Loving vengono arrestati e condannati ad un anno di detenzione, rei di essersi sposati. Esiliata, la coppia lotta per oltre nove anni con una causa contro lo stato segregazionista della Virginia, passata alla storia con il nome Loving contro Virginia, per far invalidare tutte le leggi anti-coppie interrazziali stabilite dallo stato.

Il cast.

Il cast del film è composto da: Joel Edgerton (Richard Loving), Ruth Negga (Mildred Loving), Michael Shannon (Grey Villet), Nick Kroll (Bernie Cohen), Marton Csokas (sceriffo Brooks), Jon Bass (Phil Hirschkop), Alano Miller (Raymond Green), Bill Camp (Frank Beazley) e Terri Abney (Garnet Jeter).

Le curiosità sul film che dovete sapere.

1. La storia dei coniugi Loving era già stata raccontata nel documentario, “The Loving Story”(2011), da cui il film trae ispirazione.

2. La Corte Suprema degli Stati Uniti, nel giugno del 1967, dichiarò incostituzionale il Racial Integrity Act del 1924, ponendo fine alle restrizioni legali relative ai matrimoni interrazziali negli USA.

3. L’attrice Ruth Negga si è sentita coinvolta personalmente, perchè anche lei è frutto dell’amore di una coppia interrazziale.