Lutto nel mondo del teatro palermitano. È morto all'età di 69 anni l'attore Gigi Burruano, volto noto del teatro, del cinema e della tv. Negli ultimi mesi, stando a quanto riportato dal Giornale di Sicilia, aveva avuto gravi problemi di salute. La camera ardente sarà allestita al Teatro Biondo, dove si recheranno anche colleghi e personaggi del mondo spettacolo che in queste ore ne stanno ricordando la memoria.

Nato a Palermo il 20 ottobre del 1948, Burruano avviò la carriera da attore all'inizio degli anni settanta, dedicandosi in particolare a due ambiti principali: cabaret e teatro dialettale. L'attore ha avuto un ruolo di grande rilievo nell'ambito della scena teatrale e culturale della terra in cui era nato. La sua carriera teatrale gli ha permesso di ritrovarsi a recitare su alcuni dei più noti palcoscenici nazionali, tra i quali i teatri stabili di Catania, Roma, Trieste e Prato. Nonostante il suo esordio tra tv  e cinema risalga al 1970, ne L'amore coniugale di Dacia Maraini, e sia proseguito con ruoli minori in due film di Marco Risi, Mery per sempre (1989) e Ragazzi fuori (1990) – fino al 1992, il vero successo a livello nazionale per l'attore arriva con la partecipazione ad uno dei progetti fiction più noti mai trasmessi in Italia, ovvero La Piovra 8. L'attore aveva ottenuto, nel 2001 una nomination al Nastro d'argento per la sua interpretazione nel film I cento passi di Marco Tullio Giordana della parte di Luigi Impastato, padre di Peppino.