I Nastri d’Argento 2016 saranno consegnati, stasera, al Teatri Antico di Taormina ma, intanto sono stati già svelati i vincitori. “La pazza gioia”, di Paolo Virzì, si è aggiudicato il prestigioso premio per il Miglior Film, ma anche i premi per le Migliori attrici protagoniste – Valeria Bruni Tedescji e Micaela Ramazzotti – per la Migliore sceneggiatura e per i Migliori costumi. Il pluripremiato “Perfetti sconosciuti”, di Paolo Genovese, invece, si è aggiudicato il premio come Migliore commedia e il Nastro collettivo per il miglior cast composto da Anna Foglietta, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak, Giuseppe Battiston, Edoardo Leo, Marco Giallini, Valerio Mastandrea. "Lo chiamavano Jeeg Robot", di Gabriele Mainetti, ha portato a casa i premi per il Miglior esordio e quello per il Miglior attore non protagonista, Luca Marinelli, mentre Greta Scarano ha vinto il Nastro per la sua performance in “Suburra”.

Matilda De Angelis e Stefano Accorsi premiati per “Veloce come il vento”.

La giovane Matilda De Angelis ha fatto suo il Premio Biraghi alla rivelazione per “Veloce come il vento”, diretto da Matteo Rovere, dove recita accanto a Stefeno Accorsi, anche lui premiato col Nastro come Miglior attore. Il Nastro Europeo è stato vinto dalla grande Juliette Binoche per l’intenso “L’attesa”, diretto da Piero Messina. Fiorella Mannoia è stata premiata per la Migliore canzone (“Perfetti sconosciuti”), mentre Pietro Valsecchi ha vinto il Nastro come Miglior produttore per “Quo vado”, con Checco Zalone. Di seguito, tutti gli altri premi.

Miglior Film.

La pazza gioia di Paolo Virzì

Miglior commedia.

Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese

Miglior esordio.

Gabriele Mainetti per Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliori attori.

Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti (per La pazza gioia), Stefano Accorsi (per Veloce come il vento), Greta Scarano (attrice non protagonista per Suburra) e Luca Marinelli (attore non protagonista per Lo chiamavano Jeehg Robot)

Nastro d'Argento collettivo.

l’intero cast di Perfetti sconosciuti

Premio Biraghi alla rivelazione.

Matilda De Angelis per Veloce come il vento

Miglior sceneggiatura.

La pazza gioia

Miglior soggetto.

Io e lei

Miglior costumi.

La pazza gioia

Miglior canzone.

Fiorella Mannoia (Perfetti sconosciuti)

Miglior produttore.

Pietro Valsecchi per Quo vado?

Film dell’anno del Direttivo del Sindacato critici.

Non essere cattivo

Nastro Europeo.

Juliette Binoche per L’attesa

Nastro d’Argento Shiseido per lo stile.

Valeria Bruni Tedeschi

Wella Nastro d’Argento per l’immagine.

Micaela Ramazzotti