L’Academy, quest’anno, ha scelto Damien Chazelle come Miglior regista per l’amatissimo e pluripremiato “La La Land”, il musical dei record che ha conquistato la critica e anche il botteghino. Il regista di Providence, Rhode Island, dopo l’esordio alla regia con “Guy and Madeline on a Park Bench”, del 2009, ha raggiunto la grande popolarità grazie al suo secondo film, “Whiplash”, del 2014, con protagonisti i bravissimi Miles Teller e J.K. Simmons che convinse L'Academy e portò a casa 3 Premi Oscar (Miglior attore non protagonista a J.K Simmons, Miglior montaggio e Miglior sonoro) oltre a tanti altri riconoscimenti in giro per il mondo.

Damien Chazelle, il genio di Providence che ha incantato l’Academy.

I bookmakers erano tutti concordi nel dare Chazelle come favorito alla statuetta come Miglior Regista, ma non poteva essere altrimenti, perchè “La La Land” lo ha portato, praticamente, sul tetto del mondo. il regista ha sconfitto Barry Jenkins, Kenneth Lonergan, Denis Villeneuve e Mel Gibson, grazie al film con Ryan Gosling ed Emma Stone, che racconta la storia del pianista jazz Sebastian e dell'aspirante attrice Mia Dolan, trasferitisi a Los Angeles in cerca di fortuna. Tra i due nasce subito l'amore, ma presto si troveranno ad affrontare le difficoltà legate alle proprie ambizioni e a trovare un equilibrio tra amore e arte. Chazelle è entrato nel progetto, sin da subito, al 100%, poichè ha scritto anche la sceneggiatura, mentre le straordinarie musiche, pilastri dell’intero progetto, sono state composte dal fidato Justin Hurwitz, suo collaboratore anche in altri film precedenti e che, come lui, ha creduto nel film sin da subito. Il regista aveva già vinto due (dei 7) Golden Globe proprio come Miglior regista e per la Migliore sceneggiatura e, stanotte, il Re di Hollywood è assolutamente lui.