Frecciate a distanza tra Neri Parenti e Aurelio De Laurentiis. In occasione di un incontro con la stampa a Ciné – Giornate di cinema a Riccione, la manifestazione dedicata alla presentazione dei nuovi listini cinematografici, il regista ha commentato con amarezza la scelta di Filmauro di far uscire a fine anno "Super vacanze di Natale", sorta di miscellanea supervisionata da Paolo Ruffini che unirà le scene più divertenti di 35 anni di cinepanettoni. La pellicola-collage, in sala dal 14 dicembre, gareggerà inevitabilmente al botteghino con il nuovo film di Parenti, "Natale da Chef", interpretato da Massimo Boldi e distribuito da Medusa, anch'esso presentato a Riccione. A diversi anni dalla rottura De Sica-Boldi che ha finito per spezzettare una formula tanto vincente in una vasta serie di commedie natalizie, le quali ogni anno finiscono per farsi concorrenza l'un l'altra, la "guerra dei cinepanettoni" sembra dunque continuare.

"Non sapevamo di "Super vacanze di Natale", De Laurentiis ci fece contratti capestro"

Neri Parenti, il regista più rappresentativo del genere insieme ai Vanzina, e Massimo Boldi (anche lui presente a Ciné) hanno spiegato come Filmauro non li abbia preventivamente informati dell'operazione "Super vacanze di Natale", a causa di questioni contrattuali

Non sapevamo nulla di questo film, l'abbiamo scoperto ieri alla presentazione. De Laurentiis non ci ha interpellati, ha potuto fare questo film senza dircelo perché anni fa abbiamo firmato contratti capestro che contemplavano anche questa possibilità.

"Aurelio non è certo uno sprovveduto", ha continuato Parenti, "ma più che una scelta distributiva puzza di dispetto. È un modo per lui, pur non avendo un film nuovo, di esserci lo stesso". Infine, l'affondo ironico contro il produttore

Più che un cinepanettone, "Super vacanze di Natale" mi sembra un cinepolpettone, visto che è fatto con gli scarti.

"Natale da Chef", il nuovo cinepanettone con Boldi.

Le riprese di "Natale da Chef", il film di Parenti, inizieranno ad prossimo agosto. Storia di un gruppo di cuochi terribilmente pasticcioni alle prese con un appalto per il catering dei leader mondiali al G7, oltre a Massimo Boldi vedrà un cast composto da Dario Bandiera, Rocío Muñoz Morales, Francesca Chillemi e Biagio Izzo. E Christian De Sica? Niente paura: a Natale ci sarà anche lui, con "Poveri ma ricchissimi" di Fausto Brizzi.