La 42esima edizione dei Premi César, gli Oscar francesi del cinema, si è tenuta allo splendido Théâtre du Châtelet di Parigi e ha visto trionfare "Elle", dell'olandese Paul Verhoeven, con la straordinaria Isabelle Huppert, che ha vinto il premio come Miglior attrice. Xavier Dolan è il Miglior regista per "E' solo la fine del mondo", mentre il premio al Miglior attore è stato conquistato dal bravissimo Gaspard Ulliel proprio per il suo ruolo da protagonista nel film del regista canadese. Il premio al Miglior attore non protagonista lo ha ritirato James Thierrée per “Mister Chocolat” mentre Déborah Lukumena ha portato via quello alla Migliore attrice non protagonista per “Divines”. Ken Loach vince ancora col suo “Io, Daniel Blake”, stavolta nella categoria “Miglior film straniero”, quindi non c’è stato niente da fare per “Fuocoammare”, di Francesco Rosi, che è stato battuto da “Merci Patron!”, del regista François Ruffin, nella categoria Miglior documentario.

Il Miglior film d’animazione è “La mia vita da zucchina” e a George Clooney il César onorario.

Lo straordinario “La mia vita da zucchina”, di Claude Barras, ha portato a casa i premi per il Miglior film d’animazione e il Miglior adattamento. Le nuova promesse del cinema di quest’anno, invece, sono Niels Schneider per “Diamant noir” e la bella Oulaya Amamra per “Divines”. Il talentuoso Xavier Dolan ha vinto il César per il Miglior montaggio per il suo “E’ solo la fine del mondo” mentre il Premio César onorario, quest'anno, è andato a George Clooney. Di seguito, tutti i vincitori.

Miglior film

Elle, di Paul Verhoeven

Miglior regista

Xavier Dolan per E' solo la fine del mondo

Miglior attore

Gaspard Ulliel per E’ solo la fine del mondo

Miglior attrice

Isabelle Huppert per Elle

Miglior attore non protagonista

James Thierrée per Mister Chocolat

Miglior attrice non protagonista

Déborah Lukumena per Divines

Miglior promessa maschile

Niels Schneider per Diamant noir

Miglior promessa femminile

Oulaya Amamra per Divines

Migliore sceneggiatura

Solveig Anspach e Jean-Luc Gaget per L’Effet Aquatique/L’Effetto Acquatico

Miglior film straniero

Io, Daniel Blake, di Ken Loach

Migliore opera prima

Divines, di Houda Benyamina

Miglior documentario

Merci Patron! di François Ruffin

Migliori costumi

Anais Romand per La Danseuse

Migliore scenografia

Jérémy Duchier per Mister Chocolat

Migliori musiche

Dans les Forets de Sibérie/In the Forests of Siberia, Ibrahim Maalouf

Miglior sonoro

Sylvain Rety per L’Odysée

Miglior adattamento

La mia vita da zucchina

Miglior cortometraggio

Vers la tendresse, di Alice Diop

Maman(s), di Maimouna Doucouré

Miglior film d'animazione

La mia vita da zucchina, di Claude Barras

Miglior cortometraggio d'animazione

Celui qui a deux ames/He who has two souls, di Fabrice Luang-Vija

Migliore fotografia

Paul Marti per Frantz

Miglior montaggio

Xavier Dolan per E’ solo la fine del mondo

Premio César onorario

George Clooney