Quando il marketing funziona, c'è poco da fare. "IT" sta tornando e tra le strade di Sydney sono stati costretti a capirlo in un modo leggermente traumatico, almeno per chi conosca minimamente la simbologia di uno tra i più noti titoli di cinema horror. Per le strade della città australiana, dove il remake del cult tratto da un romanzo di Stephen King, uscirà il 7 settembre (nelle sale italiane arriverà il 21 di questo mese), sono improvvisamente comparsi dei palloncini rossi dai tombini, che hanno reagito letteralmente terrorizzati davanti a un ricordo come quello evocato da una scena del genere.

Il motivo si conosce benissimo: il protagonista del film, infatti, si nasconde nelle fognature. E non si tratta di un personaggio qualsiasi, bensì di un clown, il malvagio Pennywise The Dancing Clown, interpretato da Bill Skarsgård, che attira i bambini con dei palloncini rossi. Risulta dunque logica la reazione di alcuni cittadini, che si sono allarmati prima di notare la scritta presente sul pavimento "It closer than you think" (è più vicino di quanto credi), intuendo si trattasse semplicemente di una campagna pubblicitaria per sponsorizzare l'uscita del film.

"It", la trama.

La trama di "It" è appunto quella del celebre romanzo datato 1986, scritto dal maestro per eccellenza dell'horror americano. Nella già citata Derry, nel Maine, diversi bambini scompaiono misteriosamente e un gruppo di sette ragazzi, il Club dei Perdenti, si trova ad affrontare la malefica creatura responsabile: un mostro che si cela il più delle volte nelle spoglie di un inquietante pagliaccio. Nel cast troviamo i poco noti Bill Skarsgård, Javier Botet, Finn Wolfhard e Nicholas Hamilton. Da notare, però, che il primo – interprete di Pennywise – è il figlio dell'attore svedese Stellan Skarsgård, mentre abbiamo già visto il giovanissimo Wolfhard nei panni di Mike nella serie cult "Stranger Things".