Il coroner del Nevada ha reso noto poche ore fa che a causare la morte di Jerry Lewis è stata una patologia cardiaca. Come già ufficializzato dai familiari che lo hanno assistito fino alla fine, Lewis è morto serenamente e per cause naturali. Il rapporto steso dal medico legale della contea di Clark, località di Las Vegas dov’è avvenuto il decesso, parla di cardiomiopatia ischemica. Si tratta di una condizione che si verifica quando le arterie che portano il sangue al cuore risultano bloccate. I medici utilizzano questo termine per indicare quei pazienti che soffrono di insufficienza cardiaca congestizia dovuta a malattia coronarica.

Sul corpo del 91enne Lewis non sarà praticata alcuna autopsia. Sono diverse le patologie di cui l’attore ha sofferto nel corso della sua vita. Negli anni ha combattuto contro un cancro alla prostata, il diabete di tipo 1, la fibrosi polmonare e una meningite virale.

Lewis è stato incoronato da più parti come il Re della comicità. Oltre a essere uno straordinario interprete sul piccolo e grande schermo, è stato anche il fondatore di Telethon, la maratona televisiva diventata celebre in tutto il mondo e organizzata allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sulle malattie potenzialmente incurabili. L’attore è morto domenica 20 agosto 2017 nella sua casa a Las Vegas, circondato dai suoi familiari. A Confermare la notizia del decesso è stato il suo portavoce attraverso un breve comunicato

Il leggendario intrattenitore Jerry Lewis si è spento serenamente per cause naturali all'età di 91 anni, a casa e circondato dalla famiglia.