Ebbene si, l’horror che ha segnato una generazione di cinefili compie già 20 anni. “Scream”, del compianto maestro del genere, Wes Craven, usciva a Los Angeles il 18 dicembre 1996 (da noi arriverà l’11 settembre 1997) e diventò subito un caso cinematografico. La storia è quella di Sidney Prescott (Neve Campbell), una giovane di Woodsboro (California), la cui madre è stata assassinata un anno prima. Suo padre non c’è mai e il suo fidanzato, Billy, vorrebbe portarla via da quel posto. A complicare le cose, arriverà un pericoloso serial killer, chiamato Ghostface (faccia di fantasma) per la forma della maschera con cui nasconde la sua faccia, che ricorda L'urlo di Munch. Solitamente prima di uccidere le sue vittime le intrattiene al telefono con domande inerenti ai film horror ed è molto abile a sfuggire dalla polizia. Tra fughe dall’assassino e colpi di scena, Sydney farà leva su tutto il suo coraggio per salvare la pelle e scoprire chi c’è dietro la maschera.

“Scream”, il mix perfetto tra commedia nera e horror.

Craven, da vero genio, mette nel frullatore tutti gli ingredienti dei vecchi film più amati del genere – “Nightmare”, “Halloween”, “Psycho”, “La casa” e altri ancora – per costruire questa pellicola che mixa sapientemente orrore e commedia nera, smontando tutti gli stereotipi. Naturalmente, oltre alla sua perfetta regia, Craven si è servito del bravissimo sceneggiatore Kevin Williamson, che modernizzerà il linguaggio e i costumi degli horror cult, inserendo elementi contemporanei (telefono, interviste televisive ecc…) ma mantenendo il classico filone della fuga dall’assassino armato e, in questo caso, quasi evanescente. Tutto questo, farà di “Scream” uno dei film più amati degli anni ’90. Il regista ha saputo anche scegliere attori bravissimi come Neve Campbell, Rose McGowan, Courteney Cox, David Arquette (inserendo anche Drew Barrymore nell’angosciante scene iniziale e il grande Henry Winkler – il Fonzie di “Happy Days” – nei panni del Preside Arthur Himbry) diventati poi vere e proprie star, non solo al cinema, ma anche di famose serie tv.

Gli incassi, i sequel, “Scary Movie” e la serie tv.

“Scream”, partendo da un budget di soli 14 milioni di dollari, riuscì ad incassarne 173.046.663  e portando a casa anche un MTV Movie Award come Miglior film e il Saturn Award come Miglior film horror. Tutto ciò, diede, naturalmente, il via libera a tre sequel – “Scream 2”(1997), “Scream 3”(2000), “Scream 4”(2011) – che hanno ottenuto un buon successo, ma non hanno mai raggiunto il clamore del primo e indimenticabile capitolo. Il film ha ispirato anche la serie di “Scary Movie”, parodia di “Scream”, che conta ben cinque film. Non è tutto, perché dal 2015, MTV trasmette anche l’omonima serie televisiva, arrivata alla seconda stagione.