Sembrava essersi arenato il progetto di Paolo Sorrentino di realizzare un film sulla vita di Silvio Berlusconi. Il successo di The Young Pope e i tempi stretti per la realizzazione della seconda stagione avevano in qualche modo arrestato le fantasie dei molti che avevano soffiato su una voce di corridoio per fantasticare sul cast e sui tempi di realizzazione di "Loro", il ritratto di un altro personaggio politico controverso della nostra storia ad opera del regista da Oscar.  Ma stando alle notizie più recenti, pare invece che il film si farà e che Paolo Sorrentino sia davvero deciso nel voler realizzare, a 9 anni di distanza da Il Divo, un biopic sull'ex premier.

Stando a quanto confermato dallo stesso regista in un'intervista a Repubblica, il progetto sarebbe in lavorazione e i casting sono già partiti. La novità vera, per questo film ma non per la carriera di Sorrentino, è il coinvolgimento nel progetto di Toni Servillo. Escluso in partenza per il suo impegno con Garrone, il sodale di Sorrentino si sarebbe liberato essendosi temporaneamente fermata la produzione del Pinocchio diretto da Garrone. Ecco che dunque Servillo sarebbe pronto a rinnovare l'accoppiata vincente, sbaragliando la concorrenza, bufala di Massimo Boldi compresa.

Medusa non produrrà il biopic su Berlusconi.

Nei mesi scorsi, si era invece appreso che,in ogni caso, non sarà Medusa a co-produrre e distribuire il film che Paolo Sorrentino ha intenzione di girare su Silvio Berlusconi, a differenza di quanto fatto per "La grande bellezza". Una notizia arrivata dall'ufficio stampa della major cinematografica, facente parte del Gruppo Mediaset e dunque di proprietà dell'ex premier.