Dopo mesi di indiscrezioni, finalmente arriva la notizia ufficiale: Toni Servillo interpreterà Silvio Berlusconi in "Loro", prossimo progetto cinematografico di Paolo Sorrentino. La conferma è arrivata nel giro delle ultime ore sia dall'attore che dal regista. Prima è stato il cineasta premio Oscar per "La Grande Bellezza" a riferire a Repubblica quello che già si mormorava da tempo: "Sto scrivendo il film su Berlusconi, quando lo farò lo interpreterà Toni Servillo". Quindi, lo stesso Servillo ha ribadito il concetto durante l'ospitata nel salotto di Fabio Fazio a Che tempo che fa di domenica 9 aprile: "È vero, come ha già detto Sorrentino, sarò Berlusconi".

Dalle parole di Sorrentino, sembra che dovremo pazientare ancora un po' per vedere "Loro", sebbene le prime notizie sulla pre-produzione fossero arrivate lo scorso settembre, da un'indiscrezione di Variety. Già allora, in tempi non sospetti, provammo a ipotizzare che il ruolo dell'ex premier e fondatore di Fininvest sarebbe stato ricoperto dall'attore feticcio del regista napoletano, già diretto da lui in "L'uomo in più", "Le conseguenze dell'amore", "Il divo" e  "La grande bellezza". La voce di Servillo nei panni di Berlusconi è tornata a girare con insistenza negli ultimi giorni, sino alla conferma definitiva. Com'era facile immaginare, Medusa ha già chiarito che non produrrà la pellicola.

Toni Servillo da Giulio Andreotti a Silvio Berlusconi: dopo "Il divo" arriva "Loro"

La curiosità è altissima, anche visto il precedente illustre. Toni Servillo ha già vestito i panni di un altro storico uomo politico italiano, Giulio Andreotti, sempre diretto da Sorrentino, nel già citato "Il divo". Camaleontico e impressionante nella maschera del controverso leader DC, l'attore è chiamato ora a un ruolo ancora più difficile. Vedremo probabilmente un Servillo irriconoscibile, obbligato a nascondere l'accento campano dietro la parlata meneghina di Berlusconi: resta da capire se Sorrentino racconterà l'intera vita del Cavaliere, dai successi da imprenditore all'ascesa politica sino agli scandali del Bunga Bunga, o se affronterà solo alcuni aspetti della sua carriera.