Il regista romano Paolo Genovese, dopo il grandissimo successo di “Immaturi”, “Immaturi – Il viaggio” e “Una famiglia perfetta” – torna nelle sale con la sua nuova commedia, con un cast davvero eccezionale. Il titolo è “Tutta colpa di Freud”, incentrata sulla storia di un padre, di professione analista – il grande Marco Giallini – alle prese con tre figlie davvero particolari, ognuna con una situazione sentimentale alquanto turbolenta. Saranno le sue peggiori pazienti, le stesse che lo porteranno a porre al padre della psicoanalisi, Sigmund Freud, la classica domanda: Ma dove avrò sbagliato? Il film sarà nelle nostre sale a partire dal 23 gennaio.

La trama.

L'analista Francesco è alle prese con tre casi disperati da risolvere: quello della libraia Marta, innamoratasi di un ladro di un affasciante e misterioso ladro di libri; la lesbica Sara, che ha deciso di ritornare eterosessuale e, infine, la diciottenne Emma, che ha perso la testa per Alessandro, un bellissimo cinquantenne, spingendolo addirittura a lasciare la moglie Claudia. Cosa c’è di strano? Nulla, se non fosse che le tre ragazze sono le figlie dell’analista.

Il cast.

Gli attori che compongono il cast sono: Marco Giallini (Francesco), Anna Foglietta (Sara), Vittoria Puccini (Marta), Claudia Gerini (Claudia), Vinicio Marchioni (Fabio), Laura Adriani (Emma), Daniele Liotti (Luca), Alessandro Gassman (Alessandro), Edoardo Leo (Roberto il belloccio), Giulia Bevilacqua (Barbara), Dario Bandiera (Ivano L’harleysta), Maurizio Mattioli (Il portiere dello studio), Alessia Barela (Laura), Antonio Manzini (Marco Patassini), Paolo Calabresi (Enrico il poeta), Francesca Apolloni (la cameriera), Michela Andreozzi (la prof. Macro), Gian Marco Tognazzi (Andrea il geometra) e Lucia Ocone (Adele, moglie harleysta).