In attesa di riprendere il suo tour nei palasport, interrotto a marzo per un problema alle corde vocali, Luciano Ligabue torna dietro la macchina da presa per dirigere il suo terzo film, "Made in Italy". La riprese della pellicola, iniziate oggi 12 giugno, dureranno 7 settimane e si svolgeranno in Emilia Romagna, tra Correggio, Reggio Emilia e Novellara, a Roma e a Francoforte. Prodotto da Domenico Procacci per "Fandango" e distribuito da "Medusa Film", "Made in Italy" racconta la storia di Riko, protagonista dell'omonimo concept album del rocker di Correggio, uscito a novembre 2016.

Il cast.

A quasi 20 anni da "Radiofreccia" (1998), Ligabue torna a dirigere Stefano Accorsi, che interpreterà il protagonista Riko. "Riko è una sorta di mio alter-ego – ha dichiarato il cantante e regista al ‘Corriere della Sera' –, quello che sarei diventato se non avessi fatto questo lavoro. Ma è anche la storia di tanti. È un 45enne e, se penso ad attori di quell’età, non mi viene in mente un nome che non sia quello di Stefano". Al fianco di Accorsi ci sarà l'attrice Kasia Smutniak, nel ruolo della moglie del protagonista. Sul set con loro anche Fausto Maria Sciarappa, Walter Leonardi, Filippo Dini e Tobia De Angelis.

La trama.

Riko è un 45enne qualunque, che conduce un'esistenza tranquilla ma insoddisfacente. Sposato da giovane con Sara, che ama da sempre, ha accettato un lavoro in fabbrica, lo stesso che era stato di suo padre e che, però, gli consente a stento di mantenere i suoi cari, in particolare il figlio, primo della sua famiglia a frequentare l'università. Unica via di fuga da un lavoro che non gli piace e da una relazione matrimoniale che sta entrando in crisi a causa dei troppi silenzi, il suo gruppo di amici. Improvvisamente, però, l'uomo perde le sue certezze e realizza che la sua esistenza non gli piace più e che è arrivato il momento di fare qualcosa per riprendere in mano il suo presente.

Il "Made in Italy – Palasport 2017"

Recentemente Ligabue ha cantato di nuovo dal vivo per la prima volta dopo l'intervento alle corde vocali, sul palco dei "Wind Music Awards 2017", all'Arena di Verona. Nella stessa intervista al Corriere, ha commentato così la sua esibizione

Avevo un po' di strizza perché comunque c'era una diretta tv e sentivo gli occhi di tutti puntati su di me. E poi mi domandavo se non portasse un po' di sfiga scegliere di rientrare con una canzone dal titolo "Ho fatto in tempo ad avere un futuro"… […] Alla fine è andata bene. È ancora presto per dirlo ma dovrei aver guadagnato un timbro più limpido e maggiore capacità espressiva.

L'artista, dunque, è pronto per riprendere il suo "Made in Italy Tour", che ripartirà il 4 settembre da Rimini, per recuperare tutte le tappe rinviate prima dell'operazione, tra cui le 2 date milanesi e le 5 romane.