Addio a Verna Bloom, attrice americana nota soprattutto per la sua apparizione nel cult Animal House nel ruolo dell'ubriaca e dissoluta Marion Wormer. Scomparsa il 9 gennaio a 80 anni, come confermato dal portavoce dell'artista, aveva lavorato anche con registi come Martin Scorsese e Clint Eastwood. Secondo le dichiarazioni della famiglia, l'attrice è deceduta a Ben Harbor, nel Maine, per complicazioni da demenza senile.

La carriera di Verna Bloom

Pur essendo stata molto attiva in teatro e in televisione (sul palcoscenico fu Charlotte Corday nel Marat / Sade), la Bloom si è resa nota al grande pubblico soprattutto per i suoi film. Si ricordano le sue interpretazioni in Lo straniero senza nome e Honkytonk Man di Eastwood, e in Fuori orario e L'ultima tentazione di Cristo di Scorsese (dove interpretò la Vergine Maria). Più recentemente era apparsa nelle serie La signora del West e West Wing. In Animal House interpretò la moglie del preside del Faber College, che tradisce il marito con Otter (interpretato da Tim Matheson). Riprese quel personaggio nel mockumentary Where Are They Now?: A Delta Alumni Update del 2003, incluso nel dvd per i 25 anni del capolavoro di John Landis. Fu proprio quello il suo ultimo impegno come attrice.

Il ricordo del marito

Verna Bloom era sposata dal 1969 con Jay Cocks, sceneggiatore per Scorsese di L'età dell'innocenzaGangs of New York. Proprio il marito ha ricordato come per lei recitare nel film di Landis fosse stata un'esperienza euforica: "Ogni film era un'avventura per lei, ma Animal House, non c'è dubbio, fu di gran lunga la più divertente". "Fu una delizia lavorare con lei, incredibilmente divertente", ha dichiarato a Usa Today il compagno di set Tim Matheson.