Gli Oscar rappresentano, da sempre, il riconoscimento cinematografico più importante, oltre che il più popolare che si possa ricevere e l'Academy of Motion Pictures Arts and Science, ovvero l'organizzazione che si occupa di decretare i vincitori delle varie categorie che concorrono per il premio, ha annunciato chi sarà il suo nuovo presidente: si tratta di David Rubin.

La nomina come presidente

Il suo nome è piuttosto importante in ambito cinematografico, sebbene la sua carriera sia stata fitta di collaborazioni anche per il piccolo schermo. Tramite un'elezione avvenuta il 6 agosto con i vari membri dell'Academy, all'unanimità David Rubin è stato scelto come nuovo presidente, subentrando a John Bailey. La particolarità di questa scelta risiede nel ruolo che Rubin da anni ricopre con successo, quello di casting director, ovvero colui che si occupa di formare i cast per film e serie televisive. Finora il suo operato gli ha portato notevoli soddisfazioni, non ultima la vincita dell'Emmy Awards per il casting della serie Big Little Lies, da vedere con la sua seconda stagione su Sky Atlantic, con protagoniste Nicole Kidman, Reese Witherspoon e Meryl Streep.

La sua nomina ha sicuramente un significato importante, dal momento che è il primo casting director a ricoprire il ruolo di presidente degli Academy. Una figura di fondamentale importanza all'interno della macchina filmica, eppure non sempre riconosciuta quanto meriterebbe. C'è chi, come l'Hollywood Reporter, ha addirittura pensato ad un possibile Oscar per questa categoria, almeno finché Rubin siederà sulla poltrona del potere dell'Academy, ma è ancora presto per poterlo dire con certezza.

La sua carriera in cinema e tv

David Rubin inizia la sua carriera a New York come membro dello staff del Saturday Night Live, per poi essere chiamato a Los Angeles dove è diventato il braccio di Lynn Stalmaster, uno dei più famosi casting director del cinema americano. L'esperienza con questo veterano del grande schermo ha forgiato Rubin che, infatti, può annoverare tra i suoi lavori alcune delle più importanti pellicole americane, che hanno segnato la cinematografia d'oltre oceano e non solo. Ha curato in prima persona i casting di Romeo + Juliet, Il paziente inglese, Il matrimonio del mio miglior amico, Il talento di Mr Ripley, per poi tornare nuovamente alla tv, occupandosi per l'appunto della selezione del cast di Big Little Lies.