È morta a Roma, a soli 60 anni, Irina Sanpiter. L'attrice russa era nota al grande pubblico per il personaggio di Magda, la moglie di Furio Zòccano nel film "Bianco, rosso e Verdone". Aveva una leucemia contro cui lottava sin da giovanissima, all'età di 27 anni. Era ricoverata all'Umberto I.

La carriera di Irina Sanpiter.

Nata a Mosca, classe 1957, Irina Sanpiter aveva una formazione teatrale. Proprio dal teatro passò al cinema, conobbe il successo a 24 anni grazie al film di Carlo Verdone, nei cinema nel 1981. Partecipò a produzioni minori, pur non trovando più lo stesso successo perché troppo legata al personaggio di Magda. Si ritira dalle scene giovanissima, all'inizio degli anni '90 soprattutto a causa della sua malattia.

Le curiosità.

Irina Sanpiter è stata attiva nella seconda parte della sua carriera anche come cantante, dopo aver sposato Toni Evangelisti nel 1984. È stata anche organizzatrice di concerti rock. Nacque atea, ma dopo un incontro con Papa Giovanni Paolo II nel 1993 è diventata cattolica. Nel 2000 ha organizzato un concerto rap per la Giornata Mondiale della Gioventù come parte integrante del Giubileo di quello stesso anno.