L'attore americano, candidato all'Oscar, Michael J. Pollard è morto all'età di 80 anni. A dare la notizia della morte dell'uomo, famosissimo per il suo ruolo in "Gangstar Story", è stato il regista Rob Zombie che lo aveva diretto nel film "La casa dei 1000 corpi": "Abbiamo perso un altro membro della famiglia de ‘La casa dei 1000 corpi'. Mi sono svegliato con la notizia della morte di Michael J. Pollan. Ho sempre amato il suo lavoro e la sua capacità di rendersi unico in video. È stato uno dei primi attori con cui sapevo che avrei lavorato il prima possibile quando ebbi la possibilità di girare il mio primo film. Ci mancherà. Non posso credere che tutti e tre gli attori ritratti in questa foto siano morti" ha scritto su Facebook.

La candidatura agli Oscar

L'attore sarebbe morto a causa di un attacco cardiaco giovedì notte in un ospedale di Los Angeles, stando a quanto ha dichiarato al New York Times Dawn Walker, amico dell'attore. Nato nel New Jersey Pollard studiò recitazione sia alla Montclair Academy che agli Actors Study di New York, cominciando la sua carriera televisiva alla fine degli anni 50 quando recitò in serie famose come "Lost in Space" e "Star Trek", ma il successo planetario arrivò quando fu uno dei protagonisti in "Gangster Story" (titolo che è l'adattamento italiano di "Bonnie and Clyde), del regista Arthur Penn, che narra la vera storia della famosa coppia criminale interpretata da Warren Beatty e Faye Dunaway. Pollard ricevette la candidatura come Miglior attore non protagonista e una candidatura ai Bafta per l'interpretazione di C.W. Moss, meccanico che diventa complice dei due.

Il ruolo ne "I quattro dell'Apocalisse"

Pollard aveva partecipato a tantissimi film, diretto da John Irvin, lo stesso Beatty, Emir Kusturika e anche da Lucio Fulci. Pollard, infatti, è stato tra i protagonisti di film come "Dick Tracy", "Tango & Cash", "Roxanne" oltre a far parte anche del cast de "I quattro dell'Apocalisse",  film del 1975 diretto da Lucio Fulci che aveva come protagonisti Tomas Milian e Fabio Testi. L'ultimo film a cui aveva preso parte è stato "The Woods" di Michael Mandell.