Addio all'attrice britannica Rosemary Leach, nota soprattutto per il ruolo della signora Honeychurch nel film "Camera con vista", cult in costume di James Ivory datato 1986. La Leach è morta il 21 ottobre in un ospedale di Londra all'età di 81 anni, dopo una breve malattia.

Rosemary Leach al cinema.

Nata il 18 dicembre 1935, ha iniziato in televisione nel 1960, mentre nel mondo del cinema è entrata molto più tardi, con "That'll Be the Day" nel 1973: il film, che vede nel cast anche Ringo Starr dei Beatles e Keith Moon degli Who, le è valso la prima candidatura ai Bafta (gli Oscar inglesi) come migliore attrice non protagonista. La seconda arriverà proprio per "Camera con vista", dove è la madre "cinematografica" della protagonista impersonata da Helena Bonham Carter. Tra i film girati, si segnalano anche "The Hawk" con Helen Mirren e "Che fine ha fatto Harold Smith?".

I ruoli in tv.

Decisamente più prolifica la carriera televisiva: la Leach è apparsa in decine di serie e tv movie, da "Sherlock Holmes" a "Germinal", da "Breve incontro" (remake con Sophia Loren del capolavoro di David Lean) a "The Jewel in the Crown". Ha interpretato la regina Vittoria (in "Disraeli") e la regina Elisabetta II (in "Margaret").

La carriera teatrale.

In patria, la Leach è nota anche e soprattutto come attrice teatrale. Diplomatasi alla Royal Academy of Dramatic Arts di Londra, ha iniziato subito dopo a recitare all'Old Vic. Ha partecipato a diversi adattamenti teatrali della BBC come "Don Quixote" con Rex Harrison e "Otello" di Bob Hoskins nel 1981. Nel 1982 ha vinto il Laurence Olivier Awards come migliore attrice per lo spettacolo teatrale "84 Charing Cross Road".