Ormai mancano pochissimi giorni all’uscita nelle sale italiane de “Il Re Leone”, il film Disney diretto da Jon Favreau (“Iron Man”, “Cowboys & Aliens”, “Il libro della giungla”) che rivisiterà il cult d’animazione del 1994 in maniera digitalizzata e fotorealistica. La trama riprende la storia di Simba, il cucciolo di leone che prova una grande ammirazione per suo padre, Re Mufasa, e prende molto sul serio il proprio destino reale. Non tutti, però, nel regno celebrano il suo arrivo. Scar, il fratello di Mufasa e precedente erede al trono, ha dei piani molto diversi e, dopo aver teso una trappola a Simba, provoca la morte di suo fratello Mufasa e l’esilio del cucciolo. Con l’aiuto di Timon, Pumbaa e di Nala, Simba dovrà imparare a crescere e capire come riprendersi ciò che gli spetta di diritto. Nel cast di doppiatori della versione originale ci sono Donald Glover, Seth Rogen, Chiwetel Ejiofor, Beyoncé Knowles-Carter e James Earl Jones mentre in quella italiana spiccano i nomi di Marco Mengoni, Elisa, Edoardo Leo, Massimo Popolizio e Stefano Fresi.

Favreau, a proposito della sua pellicola, ha dichiarato:

È una storia davvero molto amata da tutti. Disney ha avuto un successo incredibile con la versione animata originale e poi con il musical di Broadway. Sapevo di dover essere molto prudente con questo progetto. Avevo una responsabilità enorme e temevo di fare un disastro. Volevo dimostrare a tutti che avremmo potuto rispettare il materiale di partenza, riuscendo allo stesso tempo a dargli vita utilizzando tecniche e tecnologie capaci di lasciare tutti a bocca aperta. Siamo alle prese con spettatori molto coinvolti che spesso sono cresciuti con queste storie e hanno un legame emotivo con esse, che talvolta coinvolge intere generazioni delle loro famiglie. Quindi soltanto non ricordano Il Re Leone ma anche l’impatto che quel film ebbe su di loro quando lo videro a sette anni o quando portarono i loro figli a vederlo. Gli spettatori hanno un intero calderone di memorie ed emozioni legate a questo film e si sentono molto protettivi nei confronti di esso perché quei ricordi appartengono a loro.

Lo sceneggiatore del film è Jeff Nathanson mentre il direttore della fotografia è Caleb Deschanel. Il montaggio è stato curato dalla coppia formata da Mark Livolsi e Adam Gerstel invece le scenografie sono di James Chinlund. Il premio Oscar Hans Zimmer ha composto la colonna sonora e gli straordinario effetti speciali sono stati realizzati da una squadra di geniacci capitanata da Robert Legato, Andrew R. Jones e Adam Valdez. Prodotto dallo stesso Favreau con Karen Gilchrist e Jeffrey Silver, “Il Re Leone” sarà nelle sale dal 21 agosto.

La trama

Simba è un cucciolo di leone, figlio di re Mufasa e quindi principe ereditario. Lo zio Scar, fratello minore di Mufasa e geloso del nipote, un giorno gli tende una trappola, chiamando in suo aiuto proprio Mufasa. Dopo aver provocato la morte di suo fratello Mufasa e l’esilio del cucciolo, Scar è più forte che mai e Simba crescerà con Timon e Pumbaa, un suricato e un facocero. Anni dopo, l’erede al trono rincontra la sua amica Nala e se ne innamora. La leonessa gli chiede di tornare e di riprendersi ciò che è suo, cacciando l’usurpatore Scar.

Il cast

I doppiatori dei personaggi principali, nella versione originale, sono: Donald Glover (Simba adulto), JD McCrary (Simba giovane), Billy Eichner (Timon), Seth Rogen (Pumbaa), Chiwetel Ejiofor (Scar), Beyoncé (Nala adulta), Shahadi Wright Joseph (Nala giovane), John Kani (Rafiki), John Oliver (Zazu), Florence Kasumba (Shenzi), Eric Andre (Azizi), Keegan-Michael Key (Kamari), Alfre Woodard (Sarabi) e James Earl Jones (Mufasa). I doppiatori nella versione italiana, invece, sono: Marco Mengoni (Simba adulto), Vittorio Thermes (Simba giovane – dialoghi), Simone Iuè (Simba giovane – canto), Edoardo Leo (Timon), Stefano Fresi (Pumbaa), Massimo Popolizio (Scar), Elisa (Nala adulta), Alice Porto (Nala giovane – dialoghi), Chiara Vidale (Nala giovane – canto), Toni Garrani (Rafiki), Emiliano Coltorti (Zazu), Rossella Acerbo (Shenzi), Paolo Vivio (Azizi), Alessandro Budroni (Kamari), Antonella Giannini (Sarabi) e Luca Ward (Mufasa).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Jon Favreau, in un’intervista, ha rivelato di aver voluto ancora James Earl Jones come doppiatore di Mufasa perchè solo nel sentirlo dire le battute si è commosso e sembrava tutto così surreale. Il timbro della sua voce è cambiato da quando doppiò il famoso cartone e adesso sembra quello di un re che ha regnato per molti anni.

2. Jeremy Irons ha espresso il suo interesse nel doppiare Scar anche nel live action, ma Favreau ha scelto Chiwetel Ejiofor dopo averlo visto nei panni di Karl Mordo nel blockbuster “Doctor Strange”(2016).

3. James Earl Jones, Hans Zimmer, Elton John e Tim Rice sono gli unici artisti ad aver lavorato al film d’animazione e al live action mantenendo sempre i rispettivi ruoli come doppiatore di as the voice of Mufasa, compositore delle musiche e autore delle canzoni.

4. La caratterizzazione delle iene è stata fortemente modificato rispetto a quella del film d’animazione. Favreau ha voluto che si adattassero allo stile realistico del suo live action, così ha abbandonato la parte “divertente” e le ha rese più pericolose.

5. Nel trailer originale è possibile vedere un gruppo di elefanti vicino al Monte Kilimangiaro. Ciò significa che il film è ambientato in Tanzania.

6. Nel film originale, Timon era sempre in piedi, camminava e correva sulle zampe posteriori. Stavolta, invece, nella versione più realistica di Favreau, camminerà a quattro zampe come un vero suricato.

7. In totale, nel film sono presenti ben 86 differenti specie di animali.

8. Donald Glover ha rivelato che il film si concentrerà molto di più sul periodo della crescita graduale di Simba, rispetto al film d’animazione.

9. Beyoncé ha detto che far parte de “Il Re Leone”, come doppiatrice di Nala e autrice/cantante dell’album “The Lion King: The Gift”, è stato importantissimo per lei perche' è cresciuta guardando il film d’animazione, tra l’altro la prima pellicola Disney che l’ha fatta piangere.

10. Il film ha già incassato nel mondo circa 1.204.870.386 dollari.