Era il 1983 e tre giovanissimi Dan Aykroyd, Eddie Murphy e Jamie Lee Curtis si ritrovarono sul set di uno dei film diventato poi un cult della programmazione natalizia, ovvero "Una poltrona per due". Con il tempo i protagonisti sono poi diventati tre degli interpreti più noti del cinema americano, al centro di pellicole diventate famose e che hanno reso incredibili le carriere dei tre. Ma vediamo cosa è cambiato dall'inizio degli Anni Ottanta ad oggi.

Nella pellicola che ha visto nascere il loro successo, Eddie Murphy, Dan Aykroyd e Jamie Lee Curtis interpretavano rispettivamente il senzatetto Billie Ray Valentine, il ricchissimo broker Louis Winthorpe III e la giovane prostituta Ophelia. Le loro vite diametralmente opposte si incontrano e finiscono per essere indispensabili l'uno per l'altra, in una commedia in cui la fortuna è l'ingrediente fondamentale, condito da astuzia e ovviamente sano divertimento. I tre, dopo questo film non hanno più lavorato insieme, ma la loro carriera nel mondo del cinema ha subito una certa ascesa, sebbene Dan Aykroyd avesse già alle spalle il successo dell'iconico "The Blues Brothers", accanto all'indimenticabile John Belushi.

Dan Aykroyd dopo Una poltrona per due

Dan Aykord, in effetti, è uno dei volti più noti dello spettacolo americano, che può vantare una certa carriera anche sul piccolo schermo, dove per anni è stato il volto del "Saturday Night Live", il noto show della NBC, da dove poi è nata la sua carriera nel mondo del cinema. È stato protagonista, infatti, di pellicole di fama internazionale che sono diventate dei veri e propri classici; titoli memorabili come il già citato  "The Blues Brothers" insieme a John Belushi, che l'ha consacrato definitivamente come uno dei volti più noti di Hollywood. In seguito al successo ottenuto con "Una poltrona per due", Dan Aykord è stato il volto di "Ghostbusters-Acchiappafantasmi", di "A spasso con Daisy". Ha interpretato, poi, alcuni piccoli ruoli in altri film di successo come "Pearl Harbor" o la commedia "50 volte il primo bacio" oppure "Vi dichiaro marito e…marito". Dopo alcuni anni di stallo eccolo tornare sul grande schermo proprio nel 2020 , ricoprendo il ruolo di Ray Stantz nel sequel di Ghostbuster, che prenderà il nome di "Gosthbusters-Legacy".