Il ruolo di Brenda Walsh nella serie cult degli anni ’90 “Beverly Hills 90210” le ha regalato una fama travolgente, ripresa poi negli anni Duemila con un’altra serie tv, “Streghe”, in cui interpretava la parte di Prue Halliwell. La ribelle e capricciosa Shannen Doherty, 45 anni il 12 aprile, in realtà ha girato anche 15 pellicole per il grande schermo – non esilaranti – ma la sua vera fortuna è stata la televisione, dove l’attrice ha preso parte a 53 tra serie, film e programmi. Purtroppo, dal 2015, la Doherty sta lottando contro un cancro al seno e, pochi mesi fa, è apparsa in tv, scoppiando in lacrime mentre raccontava il percorso intrapreso per uscirne vincente.

L’esordio con Ron Howard e “La casa nella prateria”.

L’attrice è nata a Memphis, ma già a 7 anni si trasferisce con la famiglia a Los Angeles. Fin dall’infanzia, la Doherty ha sempre mostrato grandi potenzialità artistiche e, infatti, nel 1981 è sul set della serie tv “I ragazzi di padre Murphy”, mentre l’esordio sul grande schermo avviene l’anno dopo con il film “Night Shift – turno di notte” di Ron Howard,  accanto a Michael Keaton. In seguito, prende parte alle serie “La Fenice”(1982), “Viaggiatori del tempo”(1982)  e “La casa nella prateria”(1982-83) nel ruolo della piccola Jenny Wilder, che riprenderà anche nei film tv successivi. Dopo il non esaltante “Voglia di ballare”(1985) di Alan Metter , gira con Winona Ryder “Schegge di follia”(1988) di Michael Lehmann, per poi dedicarsi ancora alle serie tv, tra cui “Autostop per il cielo”(1985), “Fuorilegge”(1986), “Vita col nonno”(1986-88) e “21 Jump Street”(1989).

Il successo di “Beverly Hills 90210”.

Il successo folgorante lo raggiunge nel 1990, grazie al ruolo di Brenda Walsh nella serie tv cult “Beverly Hills 90210”, diretta da Aaron Spelling. La serie diventa un fenomeno mondiale di portata inaudita e gli attori protagonisti (Ian Ziering, Jason Priestley, Jennie Garth, Gabrielle Carteris, Brian Austin Green, Tori Spelling e Luke Perry) magnetizzano su di loro l’attenzione di tutti i media. La Doherty sarà nei panni di Brenda fino al 1994, anno in cui, si dice, sia stata cacciata dal set a causa dei continui litigi con la produzione e gli altri attori. Nello stesso anno, gira per il grande schermo la commedia “Una pallottola spuntata 33⅓ – L'insulto finale” di Peter Segal, il thriller “Morte apparente” di Ruben Preuss e lo scabroso “Sesso bendato – In balia dell’assassino”, film per la tv di Lawrence L. Simeone. La voglia di trasgressione, la porta anche a posare per Playboy, sempre nel 1994, e a divorziare dal marito Ashley Hamilton, sposato solo un anno prima. nel 1995, invece, gira la commedia "Generazione X", diretta da Kevin Smith.

“Streghe” e “Domino”.

Dopo qualche anno di buio e film non riusciti, Aaron Spelling la chiama per la serie tv “Streghe”, che presto diventerà un cult tra i giovanissimi. Le protagoniste – Shannen Doherty, Alissa Milano e Holly Marie Combs – sono nei panni di tre sorelle streghe che ne passeranno di tutti i colori, combattendo costantemente contro demoni e forse del Male, aiutate da un libro degli incantesimi tramandato di generazione in generazione. La serie andrà avanti dal 1998 al 2006, ma la Doherty ne uscirà nel 2001. La ritrovata fama, la porta a partecipare anche ad altre serie e film tv – “North Shore”(2004-2005), “S.O.S. – La natura di scatena”(2005) – e al lungometraggio “Domino”(2005) per la regia di Tony Scott, accanto a Keira Knightley e Mickey Rourke.

“90210”, i film e le trasmissioni degli anni Duemila.

Nel 2006, l’attrice conduce il reality show “Breaking Up with Shannen Doherty – Un’amica come Shannen” dove coppie di fidanzati decidevano cosa fare del loro futuro. Dal 2008 al 2009, la Doherty entra a far parte del cast di “90210”, sorta di serie sequel di “Beverly Hills 90210”, andata in onda in Italia su Rai 2 e Rai 4, in cui l’attrice riprende il ruolo di Brenda, per 7 episodi. Nel 2010, si è cimentata anche nella decima edizione di “Dancing With The Stars”, edizione americana di “Ballando con le stelle”, e ha scritto la sua controversa autobiografia, “Badass: A Hard-Earned Guide to Living Life With Style and (the right) Attitude”. Nel 2011, convola a nozze con il fotografo Kurt Iswarienko mentre, negli ultimi anni, l’attrice ha girato un episodio della serie “The New Normal”, i film tv “Blood Lake – L’attacco delle lamprede killer” e “All I Want For Christmas”(2014) di Emilio Ferrari e il lungometraggio per il grande schermo “Back in the Day”(2014) di Paul Borghese. Nel febbraio scorso, l’attrice è stata ospite del “The Dr. Oz Show” e ha parlato del cancro al seno che la affligge dal marzo del 2015. Durante la trasmissione, l’attrice è scoppiata a piangere, affermando che dopo aver scoperto di essere malata, nessuno la fa più lavorare e che sarebbe pronta anche a sottoporsi ad un mastectomia pur di invecchiare con suo marito. Tuttavia, per il 2016, ha in cantiere tre film, girati tempo fa e attualmente in post-produzione: “Undateable John”, “Back in the Day” e “Bethany”, ma non si sa ancora se saranno distribuiti anche nel nostro paese.