Dopo la sua morte, avvenuta il 30 novembre 2013 nel tragico incidente che, tutti ormai, conosciamo nei minimi particolari, la sua vita è balzata all’onore delle cronache. Sappiamo che era un amante delle corse, che era in prima linea con l’associazione Reach Out Worldwide per aiutare le vittime dei terremoti e uragani e che ha una figlia di 15 anni – pur essendo giovanissimo – avuta nel 1998 dalla sua compagna, Rebecca, da cui si è separato anni dopo. Ebbene, credevamo di sapere tutto, ma invece, oggi vi proponiamo 5 curiosità sulla vita – professionale e privata – del compianto attore che non conoscevamo ancora.

1 – L’amore per la sua patria e i nonni soldati: Il nonno di Paul, William Walker, era un sopravvissuto all’attacco giapponese di Pearl Harbor, nonché campione di boxe della Marina, mentre suo nonno materno comandò un battaglione di carri armati in Italia sotto il Generale Patton, durante la Seconda guerra mondiale. Da loro deriva l’amor di patria di Paul, tanto da spingerlo, durante gli anni ’90, a volersi arruola nell’esercito degli Stati Uniti, durante la Guerra del Golfo, ma alla fine non partì, grazie ai consigli della sua famiglia.

2 – I ruoli mancati: Come tanti altri attori, anche Walker era stato preso in considerazione per vari ruoli che poi non gli sono stati più affidati: il primo è quello di Jim Street in “S.W.A.T. – Squadra speciale anticrimine”, diretto da Clark Johnson nel 2003, ma alla fine fu scelto Colin Farrell. Due anni dopo, fu considerato per il ruolo di Johnny Storm/La torcia umana ne “I Fantastici 4”, ma la scelta ricadde sul più muscoloso Chris Evans. Paul fece anche l’audizione per il ruolo di Anakin Skywalker, della saga di “Star Wars”, diretta da George Lucas, ma era troppo vecchio per la parte e il ruolo fu assegnato a Hayden Christensen.

3 – I tatuaggi: l’attore amava vedere tatuaggi sul corpo di altri colleghi, ma è uno dei pochi a non averne di vistosi o esagerati. Ne aveva solo due, molto piccoli: uno con il nome della figlia (Meadow Rain) sulla parte interna del polso destro insieme al fiore simbolo dello stato delle Hawaii.

4 – L’amore per la Nissan Skyline: Walker amava le macchine e la velocità in generale, e sappiamo che partecipava anche a varie competizioni. Tuttavia, era affezionato ad una macchina in particolare, quasi come fosse la sua donna. Si tratta della Nissan Skyline R34 che l’attore ha voluto usare anche nel film “2Fast 2Furious” del 2003, ovviamente, adattandola alle esigenze del copione.

5 – La passione per la biologia marina: dopo il diploma, Walker ha frequentato vari college, laureandosi in biologia marina. La sua passione per il mare lo ha accompagnato per tutta la sua breve e intensa vita. Amava tantissimo il biologo marino Jacques Cousteau, scomparso nel 1997, di cui ha visto tutti i documentari. In molte interviste, Walker ha sempre detto che se non avesse intrapreso la carriera d’attore, avrebbe sicuramente seguito le orme di Cousteau. Questa sua passione lo spinse subito ad accettare il ruolo di Jared, nel thrillerTrappola in fondo al mare”, del 2005, girato alle Bahamas, incentrato sulla storia di quattro amici che, durante un’immersione nell’oceano, ritrovano un antico relitto che pare contenga milioni in oro. Ma oltre al vascello, gli amici s’imbattono anche in un altro relitto: un aereo precipitato che trasportava un altrettanto prezioso carico di cocaina.