Zach Galligan aveva appena 20 anni quando fu scelto per il ruolo di Billy Peltzer, protagonista del film cult “Gremlins”(1984), diretto da Joe Dante, sceneggiato da Chris Columbus e prodotto dal geniale Steven Spielberg. La pellicola racconta, appunto, la storia del giovane Billy, al quale, a Natale, suo padre regala un mogwai di nome Gizmo, un animaletto all’apparenza tenero e indifeso. Per mantenerlo tale, però, ci si deve attenere ad alcune regole che, naturalmente, Billy non rispetta. Da quel momento, succederà di tutto. Dopo il film, di Galligan si persero le tracce, fino al 1990, quando gira il sequel, “Gremlins 2 – La nuova stirpe”, diretto sempre da Dante. L’attore, oggi, ha 52 anni e, anche se in Italia è diventato un semisconosciuto, nella sua carriera ha girato circa 67 tra film per il grande schermo, serie e film tv, soprattutto horror (di serie B e molti dei quali inediti in Italia).

La carriera di Zach Galligan tra serie tv e film horror.

Galligan ha conosciuto la fama e il successo grazie alla saga di “Gremlins” e, tra il primo e il secondo capitolo, in effetti girò il dramma per la tv “Patto di amore e di morte”(1987), prese parte alla serie tv “American Playhouse”(1987) e girò l’horror per il grande schermo “Waxwork – Benvenuti nel museo delle cere”(1988). Anche dopo “Gremlins 2”, la sua carriera è stata sempre caratterizzata da ruoli in film (per la televisione e per il cinema) dell’orrore o splatter come “I viaggiatori delle tenebre”(serie tv, 1990);  “Waxwork 2 – Bentornati al museo delle cere”(1992) e “Racconti di mezzanotte”(1992), con una pausa rappresentata dalla partecipazione ad un episodio nelle serie cult “Melrose Place”(1992) e “Pacific Blue”(1997). Sempre nel 1997, gira l’epico “Il mistero del principe Valiant”, con Stephen Moyer e Katherine Heigl, per poi tornare in televisione con le serie tv “Love Boat: The Next Wave”(1998), “The Net”(1998) e “Star Trek Voyager”(1998), mentre nel 1999 è nel cast dell’action-fantasy “Storm Trooper”, accanto a Carol Alt e Corey Feldman.

Nel 2001, partecipa alla serie “Settimo cielo”, ma continua a girare film horror, tra cui “Infested”(2002), “Dreamweaver”(2006), “Cut”(2010), “Nigthbeasts”(2010) e “Hatchet III”(2013). Nel corso di quest’anno, è stato il protagonista della commedia per la tv (USA) “End It All Now” ed è stato al cinema con l’horror “The Chair”. Per il 2017, ne ha già in cantiere un altro, “Slay Utterly”, diretto da Stuart Wahlin.