È scomparsa a 83 anni l'attrice Marj Dusay, storico volto della soap opera ‘Sentieri' e star della tv americana. L'annuncio della sua morte, avvenuta martedì 28 gennaio, è stato divulgato in queste ore dalla figlia Elisabeth Perine tramite il suo profilo Facebook, confermato poi da numerosi media statunitensi come TvLine e Hollywood Reporter:

Chi era Marj Dusay

Nata nel 1936, Marjorie Ellen Povinka Mahoney, questo il suo nome all'anagrafe, si è spenta a New York per cause naturali. Il debutto nel mondo dello spettacolo è arrivato a metà anni '60. Nel '67 il suo primo film, poi il ruolo in  ‘Breezy', di Clint Eastwood. Ma fuori dal grande schermo, è in tv che arriva il suo vero successo negli anni '80, iniziato con una piccola parte in un episodio di ‘Star Trek' (‘Spock's Brain', 1968)in cui interpretava l'aliena che rubò il cervello a Spock, poi con l'arrivo nelle soap opera. La prima è ‘Capitol', ambientata tra le mura della Casa Bianca, seguita dalla celebre ‘Dallas' e dagli oltre 80 episodi in ‘Santa Barbara' e infine ne ‘La valle dei Pini'. Nel 1991 ha persino avuto un cameo nella serie “Willy, il principe di Bel-Air” con Will Smith.

Il successo con la soap opera ‘Sentieri'

Famosa in Italia, famosissima negli Stati Uniti, l'attrice di ‘Sentieri' ha attraversato un periodo di grande fermento della tv americana, in cui fiorivano le serie tv e le soap-opera più di successo. Il suo personaggio, Alexandra Spaulding, sorella del protagonista, è stato uno dei ruoli più amati che hanno catturato l'affetto del pubblico. Interpretato per la prima volta nel 1993, non ha abbandonato il suo personaggio fino al 2009, per un totale di 122 episodi. Indimenticabile lo schiaffo a Roger Throrpe, uno dei momenti più drammatici dell'intera soap opera. "Era una vera donna e aveva una vita grandiosa. Era profondamente amata e ci mancherà molto", ha scritto la figlia sui social.