Il cinema americano piange uno dei suoi attori afroamericani più intensi. All'età di 81 anni ci lascia Paul Benjamin, fantastico caratterista e tra i personaggi che hanno interpretato uno dei migliori film di Spike Lee. Suo era il ruolo di ML in "Do the right thing", "Fà la cosa giusta", considerato oggi il capolavoro assoluto della filmografia del regista statunitense. Proprio Spike Lee ha dato l'annuncio della scomparsa dell'attore dalla sua pagina Instagram, comunicando la data del decesso, il 28 giugno: "Sono rattristato di informarvi che il grande attore Paul Benjamin, che interpretò ML, è morto lo scorso venerdì, due giorni prima del 30esimo anniversario di Fà la cosa giusta. Riposa in pace. Nato il 1/1/38. Morto il 28/6/19. 

La carriera di Paul Benjamin

Paul Benjamin nasce a Pelion nel South Carolina. Il suo debutto è datato 1969: suo è il ruolo di un bartender in "Midnight Cowboy". Piccoli ruoli, poi gli anni '70, dove lavorerà molto soprattutto in televisione. Ruoli abbastanza importanti in "Across 110th Street" di Barry Shear e in "Leadbelly". Nel 1979 è al fianco di Clint Eastwood in "Fuga da Alcatraz" di Don Siegel. Nel 1987 è tra i protagonisti del film HBO "Incatenato all'inferno" di Daniel Mann. Nel 1982 è con Richard Pryor nel cast di "Some Kind of Hero", nel 1987 nel drama "Nuts" con Barbra Streisand. Ancora con Clint Eastwood nel 1989 in "Pink Cadillac" di Buddy Van Horn e nello stesso anno lavora con Spike Lee per "Fà la cosa giusta". Nel 1994 compare nell'episodio pilota di E.R. Medici in prima linea, ancora in tv per un episodio della quattordicesima stagione di Law & Order e per un episodio di "The Shield". La sua ultima prova è datata 2005 nel film black con Ja Rule "Back in the day".