Alessandro Borghi è reduce da un'annata fisicamente ed emotivamente faticosissima, benché esaltante perché generosissima in fatto di soddisfazioni personali. Il lavoro per "Sulla mia pelle" ha avuto un grande impatto sull'attore, segnandone la carriera ma anche il fisico, come ha raccontato al Giffoni Film Festival in corso: "Dopo soli 8 giorni dalla fine delle riprese di Sulla mia pelle – riporta l'Ansa – ho cominciato Il primo re. Per fortuna nelle prime scene avevo la pelliccia perché per interpretare Stefano Cucchi ero dovuto dimagrire 21 chili…".

Borghi nel ruolo di Totti?

Non a caso nel suo futuro prossimo ammette di vedere solo un periodo di vacanza dopo un susseguirsi di progetti di grande rilevanza. Nell'incontro coi ragazzi e la stampa emerge anche la curiosità rispetto a un suo coinvolgimento in un eventuale serie Tv biopic su Francesco Totti. Un'indiscrezione nata, per la verità, da una semplice dichiarazione di Paolo Condò, curatore della biografia sul Pupone, che aveva immaginato un totonomi sul protagonista nel caso fosse stato messo in piedi il progetto.

Tra i nomi del giornalista di Sky c'era proprio quello di Borghi (e Mastandrea in versione Zeman). Che infatti oggi smentisce categoricamente il suo coinvolgimento: "Se girano voci a proposito, non c'è nulla di meno vero. Io non ho mai pensato di interpretare Francesco Totti e tanto meno credo che Totti abbia mai pensato di farlo interpretare a me, né penso che nessuno stia facendo una serie su Totti. C'è qualcosa ma è più un documentario".

La terza stagione di Suburra

Dopo le meritate vacanze, ci sono altri progetti in previsione per l'attore romano: "Quel che è certo – dice lui – è la terza stagione di Suburra che però comincerò tra un po' e ‘tra un bel po' tanto di tempo' anche la seconda stagione di Diavoli".