Vi ricordate l'evento virale nato su Facebook, "Storm Area 51", che proponeva di accorrere in massa all'esterno dei cancelli della segretessima Area 51? È diventato un Festival, il primo Festival che riunisce gli appassionati sul mondo degli alieni. E mentre c'è chi guarda a tutto con grande sospetto, insinuando di aver creato ad arte un evento virale solo per arrivare a sbigliettare e creare un movimento, il Governo americano inizia seriamente a preoccuparsi per l'ordine pubblico.

Il Festival dedicato agli alieni

La "pacifica" invasione all'Area 51 si trasforma quindi in un festival di tre giorni, dal 20 al 22 settembre. Un festival che accoglierebbe tantissime persone e che per questo sta preoccupando lo stato del Nevada. Il primo "Alienstock" si svolgerà a Rachel, una contea popolata da sole 54 persone che si trova a 43 chilometri di distanza dall'Area 51. Una festa nel deserto con musica dal vivo, installazioni e performance, ci sarà anche la possibilità di fare campeggio. Matty Roberts, ideatore dell'evento su Facebook, commenta così:

Avevo creato l'evento per scherzo, poi tutto è decollato. Ora voglio fare qualcosa di positivo, di divertente, sicuro e redditizio per la zona del Nevada. Guadagnarci sarebbe divertente, ma non voglio essere visto come un ragazzo che pensa al profitto. Non mi interessa l'aspetto economico, non ho mai voluto che questo [raid] diventasse una cosa reale. Ora, voglio renderlo divertente e penso che capitalizzare e fare una tonnellata di soldi rovini solo l'idea dell'idea di base.

Le preoccupazioni per l'ordine pubblico

La cittadina di Rachel non ha ovviamente posti disponibili per far alloggiare le decine di migliaia di persone previste, pertanto è stato raccomandato a tutti di essere esperti di ambienti desertici e di essere preparati con scorte di cibo, acqua e benzina. I funzionari del Nevada si aspettano più di 40mila persone. La Lincoln County Commission ha dichiarato lo stato di emergenza, pertanto saranno disponibili risorse mediche e militari. Ovviamente nessuno farà irruzione nella struttura militare dell'Area 51, come previsto originariamente dall'evento.