A distanza di mesi dall'uscita in sala, il dibattito su "Avengers: Endgame" è ancora acceso. Sul web continuano ad affastellarsi le teorie dei fan su alcuni dubbi lasciati aperti dalla pellicola (che, ricordiamo, chiude la saga dei Vendicatori sul grande schermo). L'ultima riguarda il tanto chiacchierato finale con la morte di Iron Man e la sconfitta di Thanos. Com'è possibile, si chiedono in molti, che il supereroe interpretato da Robert Downey Jr sia riuscito a sostenere la potenza delle Gemme dell'Infinito quando ha indossato il guanto di Thanos?

La teoria su Iron Man

La risposta, non ancora confermata dalla Marvel, arriva da Reddit, forum che raccoglie le idee e le ipotesi del pubblico su cinema, serie tv e cultura pop. Secondo un utente, la spiegazione del perché Tony Stark (al contrario di Hulk) sia riuscito a indossare il guanto il tempo necessario a schioccare le dita sarebbe contenuta addirittura nel primo film di Iron Man, uscito in sala nel 2008. In particolare, la verità starebbe in uno scambio di battute che in quella pellicola si scambiano Tony e Ho Yinsen, il fisico che gli impianta nel petto il reattore Arc. "Questo potrebbe far battere il tuo cuore per 50 vite", dice l'uomo, cui Stark risponde: "Già, oppure potrebbe fare qualcosa di grande per 15 minuti". La frase risuona oggi come una vera e propria profezia e quel "qualcosa di grande" potrebbe fare proprio riferimento all'impresa di Iron Man e alla sconfitta di Thanos, rivelatasi – ahinoi – fatale per l'eroe. Dunque, sarebbe stato proprio il reattore Arc a permettergli di impugnare il guanto con le Gemme. Precisiamo che si tratta di una semplice teoria, non suffragata da annunci ufficiali.

Avengers: Endgame è il più grande incasso di sempre

Mentre Martin Scorsese definisce i film Marvel dei "parchi a tema" anziché vero cinema (tanto da suscitare un enorme dibattito), a livello mondiale "Avengers: Endgame" ha incassato 2.796.274.401 dollari (dati BoxOfficeMojo aggiornati al 12 settembre). Si tratta del più grande incasso di tutti i tempi, capace di sorpassare il record che fino a quest'anno era detenuto da "Avatar" di James Cameron. Curioso che il dato parziale degli incassi italiani sia diverso: da noi, "Endgame" è stato suparato da "Il re leone", che tuttora è il film più visto del 2019 nel nostro Paese.