26 Giugno 2013
18:57

Benigni e la suora che gli fece amare Dante: “Era brillante e fantasioso”

Come nasce la passione di Roberto Benigni per Dante? Il merito è di suor Teresa D’Alessandro, l’insegnante di letteratura dell’attore, che ha intuito sin da subito che quella passione sarebbe diventata la carriera di Roberto.
A cura di Daniela Seclì

Prima di Natale lo rivedremo sul piccolo schermo, in un nuovo spettacolo targato Rai. Roberto Benigni, si prepara a tornare nelle nostre case con un evento tutto nuovo, che dovrebbe andare in onda il 16 o il 17 dicembre. Ad Aprile, però, lo abbiamo visto in tv con lo spettacolo incentrato sulla Divina Commedia, intitolato "Tutto Dante", anche se i risultati non furono quelli sperati.

Oggi un'Ansa rivela come l'attore si è innamorato di Dante. La scintilla scoccò nelle aule dell'Istituto Datini di Prato. Tutto merito di suor Teresa D'Alessandro, che era stata sua insegnante di letteratura per cinque mesi in seconda media e durante gli ultimi due anni delle superiori. Fu lei a consigliare alla madre di Benigni di far proseguire Roberto sulle scene. A chi gli chiede se fosse un bravo allievo, l'anziana religiosa risponde:

"In Italiano era veramente brillante e fantasioso"

Benigni Cult, in edicola il meglio del cinema di Roberto Benigni
Benigni Cult, in edicola il meglio del cinema di Roberto Benigni
Benigni al Letterman Show
Benigni al Letterman Show
816 di antofox
Roberto Benigni canta "Quanto t'ho amato", scritta assieme a Vincenzo Cerami e Nicola Piovani
Roberto Benigni canta "Quanto t'ho amato", scritta assieme a Vincenzo Cerami e Nicola Piovani
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni